Retrato de Rubén Darío (ritratto di Ruben Dario)

Después de 30 años de vivir en Nicaragua y América Latina me he atrevido finalmente a pintar un retrato de Rubén Darío, el grande poeta nicaragüense y máximo representante del modernismo literario en lengua española: el príncipe de las letras castellanas.
Continua a leggere

The Famousa Balcon Band

Ho realizzato questo dipinto pensando ai miei cari amici della banda musicale più famosa del varesotto, cioè di quella Provincia di Varese che fa da cuscinetto tra la grande Milano e la grande Svizzera, territorio anche chiamato “Insubria”, dove si parla il dialetto lombardo. “The Famousa Balcon Band” è un cocktail propriamente di lombardo e inglese, “per stare alla moda”.
Continua a leggere

Alessandro Querci “La fine dell’arte3: A.D. MDCLXXVI”

Incredibile…. il mese scorso in Friuli…. stavo rovistando tra i ruderi e quel poco che rimaneva di una vecchia casa appartenuta ai miei antenati, sulle Grave del Tagliamento, nel fondo di Via Saletto a San Martino…e ho trovato un piccolo baule, con dentro vecchie carte e codici ormai quasi illeggibili.

Continua a leggere

Il dipinto murale del “Grupo Kaua” (1)

Terminando i dipinti per la sede messicana dell’impresa italiana “Gruppo La Perla”, alla fine del 1993 sono stato contattato dal Lic. Jorge Montalvo Ferraez per realizzare alcune opere nella nuova sede del “Grupo Kaua”, una villetta quasi nel centro della bella città coloniale di Merida (che è la capitale dello Stato dello Yucatan, in Messico)
Continua a leggere

VIVA ANITA GARIBALDI!

Giuseppe e Anita Garibaldi

Il 26 ottobre del 1860 nei pressi di Teano, in provincia di Caserta, finisce la Rivoluzione e inizia la Restaurazione quando il Re Vittorio Emanuele II blocca la Spedizione dei Mille in cammino verso la conquista della Roma papale e Giuseppe Garibaldi “ubbidisce”……….

Continua a leggere

Arte della Liberazione

“La nascita della Chiesa della liberazione, con la sua corrispondente teologia, rappresenta, prima di tutto, una rivoluzione spirituale. A provocarla è stata l’irruzione dei poveri nella società e nella Chiesa. Questa rivoluzione spirituale ha inciso anche sull’arte sacra. Così Leonardo Boff, presentando il volumetto “Murais da libertaçao” sui dipinti delle chiese della prelatura di São Felix do Araguaja, retta dal 1971 al 2005 da dom Pedro Casaldaliga, spiega il sorgere in America latina, dopo il Concilio Vaticano II, di un’iconografia cristiana autoctona.

Continua a leggere