Nonna Papera ci cucina… il risotto ai “fioroni”

Riso e birra, un accostamento che evidentemente è tra i più riusciti quando la nostra bevanda preferita viene utilizzata come ingrediente in cucina. Alessia/Nonna Papera già in altre occasioni ha proposto questa accoppiata e lo fa anche in questo piovoso mese di maggio grazie al suggerimento che le è arrivato da Loris Molon, chef cresciuto nel Varesotto (e nipote di Carlo) e ora impegnato a Milano ai fornelli dell’A Riccione Bistrot di via Procaccini.
Il riferimento alla pioggia di queste settimane non è campato per aria, visto che il risotto in questione è cucinato con i “fioroni”, ovvero i primi funghi porcini della stagione, che spuntano proprio dopo gli acquazzoni.

Per questo piatto, Loris Molon ha stappato una birra chiara – una semplice pils – che viene aggiunta in due diversi momenti della preparazione. Il primo bicchiere si utilizza per bagnare il riso a inizio cottura, il resto viene versato al momento di mantecare.

Come di consueto, a seguire trovate gli ingredienti mentre per il procedimento vi rimandiamo alla pagina del blog “Dolcezze di Nonna Papera” (CLICCA QUI)

Ingredienti per 2 persone

200 gr riso carnaroli
mezza cipolla
150/200 g di porcini (“fioroni”)
2 bicchieri di birra chiara (pilsner)
60/70 g di burro
brodo vegetale
parmigiano qb
olio extra vergine d’oliva
sale, pepe qb

2 thoughts on “Nonna Papera ci cucina… il risotto ai “fioroni”

  1. eh si; non vedo l’ora di gustarmi questo risottino davanti ad un bel camino scoppiettante ed avvolto nel mio caldo maglioncino di lana……..classica scena di fine maggio!……mi viene da piangere.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *