Convincere, convincere, convincere!

Arrivano le primarie e come a Natale, fioccano le promesse, le buone intenzioni, i programmi, i sogni, le nuove architetture istituzionali, le riforme, le volontà e i desideri.

E l’elettore riattiva il lumicino quasi spento della speranza, ma a volte è talmente fioco che si spegne prima di ritrovarlo.

Il disincanto per la politica è forse ad uno dei punti più alti della storia repubblicana, schiacciati tra la crisi e l’incapacità della politica di decidere.primarie pd

Le parole vanno, volano (verba volant) e i fatti non si vedono.

Se nei prossimi giorni arriverà in parlamento l’abolizione del senato e una legge elettorale a doppio turno come quella francese, allora starà a significare che qualcosa si muove. Ma poi bisogna metter mano alla redistribuzione della ricchezza. C’è qualcuno in Italia che ha la forza e soprattutto la volontà di farlo? Una società fortemente disuguale non va molto lontano e rischia di trascinarsi nelle sabbie mobili del conflitto sociale e della stagnazione economica.

2 thoughts on “Convincere, convincere, convincere!

  1. di cosa ci dovrebbero convincere ormai? che abbassano le tasse? che ci aumentano gli stipendi a livelli europei? che migliorano i servizi individuali, la sanità, la scuola?
    Il giocattolo si è rotto e qualsiasi cosa ci possano dire non sono più credibili, questi politici, tutti, non ci rappresentano più.
    sai cosa ci diranno, magari sottovoce, come per la riforma delle pensioni che ha stravolto il tessuto sociale, obbligando gli anziani a lavorare oltre la soglia accettabile così da occupare il posto destinato ai giovani che sono costretti a scappare dal paese per trovarsi un guadagno ed un futuro, ci diranno:
    aumentiamo le accise, aumentiamo l’irpef, eliminiamo le vecchie tasse con una nuova ben più sostanziosa, ci massacreranno i ma…oni dicendoci che le riforme le stanno pensando, che la disoccupazione giovanile nel 2014 o forse nel 2015 o meglio nel 2016 potrebbe diminuire, solo cazzate ci diranno. il teatrino politico è diventato come quelle tante, troppe trasmissioni politiche di approfondimento che ti “spiegano”, ti fanno INCAZZARE ma che non danno soluzioni.
    questa sinistra molliccia che ha permesso di far arrivare questo paese al punto in cui siamo senza fare praticamente nulla, non merita alcuna credibilità. penso che anche i più convinti sostenitori di quest’area comincino a dubitare di questa classe dirigente che appare sempre più conservatrice…….
    ciao

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *