3- “Che fare?”- i dettagli pittorici e simbolici

In questa terza e ultima parte della presentazione del dipinto “CHE FARE?” (trittico ad olio su tela di cm.122×240) riproduciamo alcuni dettagli ravvicinati dell’opera. Lo scopo dovrebbe essere quello di vedere al di la simboli o dei temi rappresentati…… le pennellate, le tessiture, gli impasti cromatici e la materia pittorica, i contrasti, il disegno e i ripensamenti e tutto quello che è lo specifico del linguaggio pittorico (anche se purtroppo le foto sono abbastanza mediocri).

Michilini, CHE FARE, 2012, trittico, olio su tela, cm.122x240

Ci sono cose specifiche della Pittura, come ci sono cose specifiche della Musica, della Letteratura, della Danza o del Teatro, della Fotografia ecc…… E, appunto, al di la delle tematiche, dei simboli, metafore e paradigmi di questa opera, che ho cercato di raccontare nelle due parti precedenti, alla fine della fiera sono le specifiche cose della Pittura, quelle che dovrebbero smuovere i sentimenti e le menti……..e definire se quello che ho fatto è più o meno valido.

Ricordo, per esempio, che di “CROCIFISSIONI” se ne sono dipinte a migliaia o a centinaia di migliaia in questo millennio….ma sono rimaste solo quelle che sono state DIPINTE BENE. Ripetiamo, per i “concettualisti” ad oltranza: non sono rimaste quelle con suppostamente maggiori idee o concetti…..sono rimaste solamente quelle DIPINTE BENE: quelle di Masaccio,Tiziano, Goya ecc. ecc. (viene da sè che le opere DIPINTE BENE diventano anche più ricche di idee, concetti ecc.)

E ovviamente in questa opera mi sono preoccupato di dipingere al meglio delle mie possibilità. In fondo, i temi e i contenuti delle opere d’Arte sono sempre dei PRETESTI per lavorare (dipingere, scolpire, cantare, fotografare, scrivere ecc.).

Arriva un momento, durante la elaborazione di un’opera, quando QUELLO che si sta dipingendo diventa del tutto secondario, e quello che conta sono la campiture di colore, i passaggi tonali, i contrasti simultanei, le pennellate o le sfumature ecc. come fosse una grande “astrazione” quella che si sta costruendo….e in questi momenti le cose giuste, corrette, ragionate, ponderate e logiche diventano zavorra….è il cuore che comanda, la passione, e le sottili vibrazioni dell’anima. In quei momenti bisogna dimenticare anche “il mestiere” e “l’esperienza” e lasciarsi dirigere dagli eventi….dove pero’ la materia, i materiali, gli strumenti e il supporto sono i maggiori “consiglieri”. Bisogna avere un orecchio speciale per raccogliere i loro suggerimenti e orientamenti……

E, insomma, l’opera conclusa dovrebbe accontentare dignitosamente un po’ tutti: dovrebbero rimanere soddisfatti i temi e i contenuti , e soddisfatti dovrebbero essere anche il supporto, i pigmenti e i leganti, così come l’anima e lo spirito del pittore che ha realizzato l’opera. Se tutte queste componenti si sentono “comode” probabilmente abbiamo ottenuto un bel lavoro.

Michilini, CHE FARE,2012, particolare del trittico: la radice del GUANACASTE

PER RITORNARE ALL’INIZIO DELLA PRESENTAZIONE:

1- “Che fare?”- presentazione generale del dipinto
http://blogosfera.varesenews.it/la-bottega-del-pittore/?p=9925

2- “Che fare?”- la composizione e i fuochi di interesse tematico
http://blogosfera.varesenews.it/la-bottega-del-pittore/?p=9943#more-9943

Michilini, CHE FARE, 2012, particolare del trittico: bruciano i libri di CARLO MARX

———————————————————————–

Michilini, CHE FARE, 2012, particolare del trittico: EGO EIMI

——————————————————————

Michilini, CHE FARE,2012, particolare del trittico: BROMELIA

—————————————————————–

Michilini, CHE FARE, 2012, particolare del trittico: ANACAONA

——————————————————————–

Michilini, CHE FARE, 2012, particolare del trittico: TAMAGASTAD e CIPALTONAL

—————————————————————

Michilini, CHE FARE, 2012, particolare del trittico: SCIMMIA

——————————————————————

Michilini, CHE FARE,2012, particolare del trittico: CANE E SERPENTE

————————————————————————

Michilini, CHE FARE, 2012, particolare del trittico: TRILOBITA

———————————————————————–

Michilini, CHE FARE, 2012, particolare del trittico: MASCHERA MAYA DI GIADA

————————————————————

Michilini, CHE FARE, 2012, particolare del trittico: OLIMPO

———————————————————

Michilini, CHE FARE,2012, particolare del trittico: TEATRO GRECO

—————————————————————

Michilini, CHE FARE, 2012, particolare del trittico: EROS IN GRECIA

——————————————————————-

Michilini, CHE FARE, 2012, particolare del trittico: LA FENICE

———————————————————————-

1 pensiero su “3- “Che fare?”- i dettagli pittorici e simbolici

  1. Suggestione di colori,linee morbide,cura dei particolari,riferimenti a miti e personaggi che hanno fatto la storia.Un ‘interpretazione del tutto soggettiva di un artista che non smette di ricercare nel colore e nelle forme la propria interiorità.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *