Livorno, dipinti di Gajoni nella Chiesa dei Santi Pietro e Paolo

livorno-gajoni.jpgQuando nell’immediato dopoguerra, il maestro Anton Luigi Gajoni dipinge le due pale d’altare per la Chiesa SS.Pietro e Paolo di Livorno il clima politico, sociale e culturale dell’Italia é caldissimo, e proprio per questo motivo queste opere assumono un valore simbolico estremamente interessante, oltre che a rappresentare pittoricamente ed artisticamente livelli di altissima qualitá espressiva.

Continua a leggere

Anacaona y la isla de los católicos (Anacaona e l’isola dei cattolici)

catolicos.jpgDespués de haber pintado “La isla de los esclavos
he ido reflexionando sobre las islas políticas, ideológicas, sociales y culturales de la historia de la humanidad, las abiertas o las bien cerradas y amuralladas y listas para rechazar cualquier “diferente”.

Continua a leggere

Sergio Michilini, biografia en español

2004 in NicaraguaBIOGRAFIA DE SERGIO MICHILINI

He nacido en FRIULI  (norte-este de Italia) en 1948. Soy PINTOR con actividades e investigaciones también en el ámbito de la cerámica, del mosaico, de la escultura, del arte público y de la integración plástica.

Continua a leggere

La isla de los esclavos (l’isola degli schiavi)

sergio-michilini.jpgHe imaginado una isla del Mar Caribe completamente ocupada por viejas cárceles que algún día funcionaron para trasladar los esclavos africanos a los varios países de América Latina y, en primer plano una canoa en forma de mazorca de maíz, con la legendaria princesa y poetisa de los taínos, Anacaona.
Continua a leggere

Italia: Dittatura nell’Arte e arte della Dittatura

michilini.jpgQuando in Italia si parla di Dittature si pensa subito a Mussolini, Hitler, Stalin…e quando si parla dell’Arte dei regimi dittatoriali si pensa subito alla mancanza di libertà di creare e a quella di usufruire della Bellezza. Ma le cose probabilmente non stanno proprio così, in bianco e nero.

Continua a leggere

Oggiona: Via Crucis e Crocifissione di Santa Maria Annunciata al Castello

Il parroco di Oggiona (Varese-Italia) Don Ireneo Scaltritti, era una di quelle persone “di una volta”, legato a quella morale e a quei valori che apparentemente avrebbero dovuto essere eterni, ma che negli anni ’70 subirono una mutazione irreversibile.

Continua a leggere

Retrato de Rubén Darío (ritratto di Ruben Dario)

Después de 30 años de vivir en Nicaragua y América Latina me he atrevido finalmente a pintar un retrato de Rubén Darío, el grande poeta nicaragüense y máximo representante del modernismo literario en lengua española: el príncipe de las letras castellanas.
Continua a leggere

The Famousa Balcon Band

Ho realizzato questo dipinto pensando ai miei cari amici della banda musicale più famosa del varesotto, cioè di quella Provincia di Varese che fa da cuscinetto tra la grande Milano e la grande Svizzera, territorio anche chiamato “Insubria”, dove si parla il dialetto lombardo. “The Famousa Balcon Band” è un cocktail propriamente di lombardo e inglese, “per stare alla moda”.
Continua a leggere

Alessandro Querci “La fine dell’arte3: A.D. MDCLXXVI”

Incredibile…. il mese scorso in Friuli…. stavo rovistando tra i ruderi e quel poco che rimaneva di una vecchia casa appartenuta ai miei antenati, sulle Grave del Tagliamento, nel fondo di Via Saletto a San Martino…e ho trovato un piccolo baule, con dentro vecchie carte e codici ormai quasi illeggibili.

Continua a leggere

Nell’atelier di Alberto Korda, fotografo del CHE

Alcune fortunate coicidenze mi hanno permesso di conoscere Alberto Korda, autore della famosissima fotografia del “Che” Guevara (una delle più celebri e più riprodotte della storia). E non solo l’ho conosciuto, ma nel suo studio di Miramar ne è nata anche una appassionata discussione sull’arte al di qua e al di la della cosidetta “cortina di ferro”.

Continua a leggere

Il dipinto murale del “Grupo Kaua” (1)

Terminando i dipinti per la sede messicana dell’impresa italiana “Gruppo La Perla”, alla fine del 1993 sono stato contattato dal Lic. Jorge Montalvo Ferraez per realizzare alcune opere nella nuova sede del “Grupo Kaua”, una villetta quasi nel centro della bella città coloniale di Merida (che è la capitale dello Stato dello Yucatan, in Messico)
Continua a leggere

VIVA ANITA GARIBALDI!

Giuseppe e Anita Garibaldi

Il 26 ottobre del 1860 nei pressi di Teano, in provincia di Caserta, finisce la Rivoluzione e inizia la Restaurazione quando il Re Vittorio Emanuele II blocca la Spedizione dei Mille in cammino verso la conquista della Roma papale e Giuseppe Garibaldi “ubbidisce”……….

Continua a leggere

MARINO MAZZACURATO: “IL PARTIGIANO”

Mazzacurati nel suo studio

Mazzacurati nel suo studio

A Parma c’è uno dei più bei monumenti ai Partigiani che io conosca, è un’opera monumentale di Marino Mazzacurati, di una semplicità, espressività e dignità impressionanti.
La figura del Partigiano sull’alto piedestallo è il ritratto di una persona normale, un giovane che posa senza retorica, fermo, ma con una energia tutta interiore, deciso, il viso e lo sguardo danno sicurezza, la sua decisione di imbracciare le armi è convincente, non c’è violenza, c’è la sicurezza di un progetto per l’Italia e per il futuro di Giustizia e di Pace. Continua a leggere

Arte della Liberazione

“La nascita della Chiesa della liberazione, con la sua corrispondente teologia, rappresenta, prima di tutto, una rivoluzione spirituale. A provocarla è stata l’irruzione dei poveri nella società e nella Chiesa. Questa rivoluzione spirituale ha inciso anche sull’arte sacra. Così Leonardo Boff, presentando il volumetto “Murais da libertaçao” sui dipinti delle chiese della prelatura di São Felix do Araguaja, retta dal 1971 al 2005 da dom Pedro Casaldaliga, spiega il sorgere in America latina, dopo il Concilio Vaticano II, di un’iconografia cristiana autoctona.

Continua a leggere

La Cattedrale dei poveri a Managua

1982-1985-1a-le-opere-dichiarate-patrimonio-culturale-nazionale-del-nicaraguaNel pieno della guerra de aggressione degli Stati Uniti d’America contro il Nicaragua e il recente trionfo della RIVOLUZIONE POPOLARE SANDINISTA, nel luglio 1985,  durante i tre giorni di kermesse per l’inaugurazione delle pitture murali é stato coniato il termine “CATEDRAL DE LOS POBRES” per identificare la chiesa francescana  NUESTRA SEÑORA DE LOS ANGELES del Barrio Riguero, uno dei quartieri piú poveri di Managua.
Continua a leggere