ROBERT STORR…che peccato!

9788876446405gNon mi pare un libro …“per chi viaggia in direzione ostinata e contraria col suo marchio speciale di speciale disperazione”.

Anzi, è un saggio che naviga perfettamente in sintonia sulle onde della corrente globale e il titolo mi sembra abbastanza usurpato dalla antologia postuma di Fabrizio De André (che è un artista con un percorso umano davvero controcorrente e mai conformista).
Continua a leggere

VIVA LA GUERRA

Come dicevamo in articoli precedenti, è in corso una aggressione globale al LAVORO.
00000000000000L’orgoglioso e poetico “LAVORARE STANCA”, nella percezione predominante è sostituito da un forte disprezzo per il LAVORO, direttamente proporzionale alla ammirazione per l’USURA e per il guadagno facile.
L’egemone fenomeno finanziario mondiale dimostra che i soldi si fanno con i soldi e non con il LAVORO.
Abbiamo anche visto che la cosidetta “ARTE CONTEMPORANEA” ha fatto uscire il LAVORO dalla creazione artistica, teorizzando che le opere sono concetti che nascono da altri concetti.
E ultimamente stiamo assistendo al ritorno del colonialismo come metodo per mantenere i livelli di abbondanza e spreco dei paesi ricchi. Continua a leggere

La truffa dell’arte contemporanea

12 La cosiddetta e auto denominataArte ContemporaneaNON E’ L’ARTE DI OGGI, ma una manifestazione globalizzata, faziosa, opportunista e totalizzante che nasconde “ inattese complicità, consce o inconsce, con i versanti più oscuri e minacciosi del nostro tempo“…
Pubblichiamo interessanti stralci su questo argomento, tratti dalla intervista di Thierry Naudin a Jean Clair, direttore del Musée Picasso di Parigi (pubblicata su Il Giornale dell’Arte, n.193, novembre 2000, traduzione di Gaia Graziano).
___________________________________________________________________ Continua a leggere

Chi ci rappresenta nel mondo

cattelanSecondo il critico d’arte, curatore e Direttore artistico del Centro Arti Visive Pescheria di Pesaro Ludovico Pratesi….

Gli …“emergenti italiani sul mercato internazionale (…) si chiamano Mario Airó, Vanessa Beecroft, Maurizio Cattelan, Liliana Moro, Paola Pivi, Alessandra Tesi, Grazia Toderi, e oggi espongono in gallerie e musei di Londra, Colonia e New York.

All’alba del terzo millennio, sono loro, insieme con i loro galleristi, CHE TENGONO ALTA LA BANDIERA ITALIANA NEL PANORAMA INTERNAZIONALE DELL’ARTE“…….

Ludovico Pratesi – I guardiani dell’Arte – Il Venerdi di Repubblica 25/8/2000 Continua a leggere