Dipingendo la guerra in Ucrania

Dagli anni 70 in qua ho disegnato e dipinto tante volte quella che credevo essere la ultima gerra: quella finale. Ma non é stata. Peró adesso si, pare che ci siamo, che stiamo assistendo tranquillamente e quasi con curiositá morbosa alla ultima guerra, e alla rispettiva nostra estinzione.
Uno dei quadri che credo siano piú attuali in questo senso l’ho dipinto negli anni 80 e si intitola “PELLEGRINAGGIO NUCLEARE”……

Continua a leggere

Mazzini e la guerra attuale in Europa

Stimolato da alcuni commenti sulla guerra pubblicati in Facebook, colgo l’occasione per una piccola riflessione su Mazzini e i mazziniani.

Stimati Angelo Bruno Protasoni e Leonardo Tomassoni, nel 1987 ho dipinto, qua in Nicaragua, una pittura murale dal titolo “IL BUON GOVERNO”

Continua a leggere

VIVA LA GUERRA

Come dicevamo in articoli precedenti, è in corso una aggressione globale al LAVORO.
00000000000000L’orgoglioso e poetico “LAVORARE STANCA”, nella percezione predominante è sostituito da un forte disprezzo per il LAVORO, direttamente proporzionale alla ammirazione per l’USURA e per il guadagno facile.
L’egemone fenomeno finanziario mondiale dimostra che i soldi si fanno con i soldi e non con il LAVORO.
Abbiamo anche visto che la cosidetta “ARTE CONTEMPORANEA” ha fatto uscire il LAVORO dalla creazione artistica, teorizzando che le opere sono concetti che nascono da altri concetti.
E ultimamente stiamo assistendo al ritorno del colonialismo come metodo per mantenere i livelli di abbondanza e spreco dei paesi ricchi. Continua a leggere

ITALIA COLONIALE

omar2Gli italiani in Libia

“Recentemente ho fatto un viaggio nel deserto della Libia. Ne ho ammirato le bellezze, ne ho gustato il silenzio e ho appreso con sorpresa, dalla guida “Libia” di Andrea Semplici, alcuni episodi raccapriccianti del nostro colonialismo in Libia negli anni 1911-43. Queste vicende sono state il “leitmotiv” del mio viaggio. Alcuni fatti mi hanno maggiormente colpita per l’atrocità, lo sterminio, il disprezzo per l’altro e la negazione della verità. Continua a leggere