80 anni di Padre Miguel d’Escoto Brockmann

Ieri sera, 5 di febbraio, il Padre Miguel d’Escoto ha festeggiato il suo compleanno n.80 con un semplice incontro conviviale tra amici nella sua casa qui a Managua.
Dopo una tipica e “francescana” cenetta nicaraguense è stata celebrata la Santa Messa dal Padre Toñito Castro, párroco della chiesa del Barrio Larreynaga, umile e leggendario pastore di una delle poche Comunità di Base della Teologia della Liberazione sopravvissute in Nicaragua.

Durante l’Omelia sono intervenute varie persone a testimoniare il lavoro profetico svolto dal Padre Miguel d’Escoto nel corso della sua intensa vita e nelle varie circostanze della tumultuosa storia recente del Nicaragua.

Da parte sua il Padre Miguel d’Escoto ha ricordato alcune significative vicende della sua infanzia e giovinezza, che lo hanno portato ad abbracciare la vita religiosa…però subito chiarendo la grande differenza esistente tra RELIGIOSITA’ e SPIRITUALITA’, dove non automaticamente chi si impegna nella prima possiede la seconda….e dove chi si impegna nella seconda non necessariamente deve professare la prima. Dopo una riflessione approfondita ha concluso enfatizzando sulla urgente necessità di SPIRITUALITA’ ,per salvare il pianeta e la umanità.

D’altra parte, dopo aver ricordato alcune vicende legate alla sua burrascosa esperienza come Presidente dell’Assemblea Generale delle Nazioni Unite ha affrontato il grave problema ormai storico delle gerarchie cattoliche, sempre più lontane dal messaggio e dalla vita di Gesù Cristo…che è il cammino della salvezza, soprattutto oggi, dove i poteri del CAPITALISMO e dell’IMPERIALISMO stanno minacciando di distruggere definitivamente la vita sulla terra.

Nota finale: in queste ultime settimane mi sono dedicato a restaurare alcune sculture (con un materiale d’eccezione, inviatoci da alcuni amici austriaci: il Silicato di Potassio Keim) e a ristrutturare esteticamente uno spazio esterno della casa di Miguel d’Escoto, che abbiamo chiamato “IL GIARDINO DELLA SPERANZA”, e che è stato inaugurato proprio con questo evento fraterno degli 80 anni di Padre Miguel d’Escoto Brockmann.

Scultura precolombiana nicaraguense

LINK: “La reinvenzione della ONU, Miguel d’Escoto Brockmann” http://blogosfera.varesenews.it/la-bottega-del-pittore/?cat=713

Valeska tra due ragazze in costume tradizionale nicaraguense

Valeska e Padre Uriel Molina

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *