2- “Che fare?”- la composizione e i fuochi di interesse tematico

CHE FARE?” è il titolo del mio ultimo dipinto: un trittico ad olio su tela di cm.122×240. Come si diceva nella presentazione generale del dipinto, la composizione si sviluppa sul fondo di un paesaggio calmo e disteso, con “fuochi” di interesse tematico sparsi attorno al “paradigma” centrale di ogni pannello.

Il percorso “narrativo” va da sinistra verso destra, come nei libri, e in un certo senso i temi corrispondono a tre momenti della giornata: IL MATTINO (Il Paradiso Terrestre e “LE ORIGINI DEL TUTTO” sulla sinistra), IL MEZZOGIORNO (“IL CAMMINO DELLA BELLEZZA” al centro) e LA SERA o IL TRAMONTO ( “IL FALLIMENTO DEI SAPERI” sul pannello di destra).

E’ un percorso IN SALITA, rappresentato dalla diagonale che parte dal TRILOBITA in basso a sinistra, passa nella vegetazione ai piedi delle CALLE in centro, segue con il braccio disteso di PROMETEO  e finisce sull’OLIMPO in alto a destra….

Michilini, CHE FARE, 2012, trittico, olio su tela, cm.122x240

……..e d’altra parte lì, sul pannello di destra, dove dovrebbe FINIRE IL TUTTO, c’è un vento nascosto che spinge le fiamme in un percorso “avvolgente” che parte dai libri bruciati di CARLO MARX, si alza sull’OLIMPO e va verso sinistra, coinvolgendo le fiamme dei rovi di “EGO EIMI” per poi continuare con i rami degli alberi in alto che infine incrociano l’ARCOBALENO del pannello di sinistra: ho voluto indicare un percorso positivo, la idea di una situazione rotonda, dove nel ritorno alle origini si puo’ ritrovare il cammino….ispirato al concetto di Stephen William Hawking il quale afferma che “il tempo è una specie di circolo che non ha principo nè fine”……

I tre pannelli sono divisi da due elementi verticali “naturali”: tra il pannello di sinistra e quello centrale c’è un grosso albero di GUANACASTE dal quale “sorge” la dea ANACAONA e, in un certo senso chiude o conclude il paesaggio del Paradiso Terrestre; mentre tra il pannello centrale e quello di destra c’è il “roveto ardente” dove Dio disse a Mosè: «Io sono Colui che sono!» (in greco EGO EIMI, libro dell’Esodo 3,14-15)…..è il monito che apre il terzo pannello, quello sulla destra, con il “labirinto” o “turbine” in cui si è infilata la umanità.

Michilini, CHE FARE, 2012, particolare del trittico: IL BUCO NERO

Anche se nella composizione ovviamente dominano le figure più grandi in primo piano, in realtà a livello tematico il “paradigma” (o prototipo, o modello) centrale di ogni pannello è rappresentato da simboli che si trovano nella parte alta e lontana.

Rispettivamente nel pannello di sinistra abbiamo IL BUCO NERO che sprofonda al di la delle colline sul cielo di fondo (che, come abbiamo detto, è forse una delle chiavi della scoperta delle “origini del tutto”);

…..nel pannello centrale LA TORRE DI TESLA che si staglia “cadente” sulle colline ( che rappresenta la scienza al servizio di tutti , e dello scienziato incapace di arricchirsi con le sue scoperte per la umanità);

……e nel pannello di destra si frammenta su tre punti: IL DRONE, il centro della CROCE, la torcia di PROMETEO, per espandersi anche sull’OLIMPO a destra e sull’EGO EIMI a sinistra ……è una “esplosione” che fa riferimento anche alla caduta delle CERTEZZE e al DISORIENTAMENTO della situazione attuale.

Michilini, CHE FARE, 2012, particolare del trittico: LA TORRE DI TESLA sul fondo, tra le due dee della bellezza

—————————————————————————-

Michilini, CHE FARE, 2012, particolari del trittico: IL DRONE, il centro della CROCE, la torcia di PROMETEO

Nella parte bassa in primissimo piano abbiamo un dispiegarsi di elementi di NATURA sul primo pannello a sinistra (il TRILOBITA, le radici del GUANACASTE, il CANE, il SERPENTE)); di oggetti della CREATIVITA’ umana sul pannello centrale(maschera MAYA, EROS e TEATRO GRECO, CONCHIGLIA di Venere) e infine il turbine finale del PENSIERO umano con le fiamme del CAPITALE di Carlo Marx che avvolgono il bidone delle scorie NUCLEARI e che si alzano verso l’OLIMPO.

Nella realtà il pannello di destra, a differenza dei primi due , presenta un grande “primo piano” che si staglia sul fondo, senza quasi piani intermedi, proprio per creare questa specie di RUOTA che gira in senso antiorario e riporta lo sguardo alle origini…al BUCO NERO o alle figure di ADAMO ED EVA.

LA PRESENTAZIONE CONTINUA CON:

3- “Che fare?”- i dettagli pittorici e simbolici http://blogosfera.varesenews.it/la-bottega-del-pittore/?p=9964#more-9964

1-    “Che fare?”- presentazione generale del dipinto http://blogosfera.varesenews.it/la-bottega-del-pittore/?p=9925#more-9925 

Michilini, CHE FARE, 2012, particolare del trittico: ADAMO ED EVA con ai piedi il TRILOBITA

———————————————————–

Michilini, CHE FARE, 2012, particolare del trittico: SERPENTE, CANE e radici di GUANACASTE

——————————————————————

Michilini, CHE FARE, 2012, particolare del trittico: la Regina degli indios Tainos ANACAONA

————————————————————

Michilini, CHE FARE, 2012, particolare del trittico: VENERE-AFRODITE

——————————————————————-

Michilini, CHE FARE, 2012, particolare del trittico: il FARO DI ALESSANDRIA, la FENICE, le CALLE e le PIRAMIDI D'EGITTO

—————————————————————-

Michilini, CHE FARE, 2012, particolare del trittico: PROMETEO

————————————————————

Michilini, CHE FARE, 2012, particolare del trittico: CRISTO che taglia la croce con la motosega.

———————————————————-

Michilini, CHE FARE, 2012, particolare del trittico: CARLO MARX tra i libri del CAPITALE e le SCORIE NUCLEARI

———————————————————-

Michilini, CHE FARE, 2012, particolare del trittico: il fuoco brucia IL CAPITALE di CARLO MARX e, in alto le SCORIE NUCLEARI

———————————————————-

Michilini, CHE FARE, 2012, particolare del trittico: UN DRONE

—————————————————————

Michilini, CHE FARE, 2012, particolare del trittico: DAS KAPITAL

——————————————————–

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *