Albizzate, un corso in cinque lezioni

King GambrinusL’attività di divulgazione della birra sul nostro territorio si sta davvero moltiplicando in questi mesi. In questa settimana prende il via un nuovo corso, suddiviso in cinque incontri, che avrà come sede il circolo “I tigli di Valdarno” ad Albizzate. Ogni giovedì sera a partire dal 10 aprile il locale di via Monte Rosa aprirà i battenti per una lezione tenuta da Matteo, cervoisier di 3° livello diplomato all’Università della Birra di Azzate.

TigliValdarnoIl programma si apre con un’infarinatura generale sugli ingredienti usati per produrre birra, sui diversi tipi di fermentazione, su come si beve e sui falsi miti che popolano il mondo brassicolo. Le degustazioni riguarderanno una lager, una schwarz e una bock, queste ultime di origine tedesca.
I tre incontri centrali saranno imperniati soprattutto sulla storia della birra: la seconda lezione verterà sull’antichità, la terza tratterà dei monasteri, delle rotte verso le Indie e della rivoluzione industriale, la quarta porterà i partecipanti sino ai nostri giorni, con le conquiste scientifiche e la globalizzazione del mercato. Infine, nell’ultima serata, si andrà dal mondo delle fermentazioni spontanee a quello “rinascimentale” di stretta attualità, con la riscoperta di molti stili a lungo dimenticati.


Il corso dei “Tigli” prevede ogni sera la degustazione di tre differenti birre (gli stili spaziano davvero per tutto “l’arco brassicolo”) con un leggero accompagnamento. Il costo è fissato in 20 euro per ogni lezione, ma chi vuole iscriversi all’intero ciclo pagherà – la prima sera – un totale di 80 euro. Per informazioni e iscrizioni si può contattare il circolo “I tigli” (0331/993563) o Matteo (328/5635583).

Segui la pagina di MALTO GRADIMENTO su Facebook

Un pensiero su “Albizzate, un corso in cinque lezioni

  1. ATTENZIONE – L’avvio del corso è slittato di qualche settimana perché non è stato raggiunto il numero minimo di partecipanti. Per eventuali informazioni potete rivolgervi ai medesimi numeri di telefono presenti nell’articolo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *