Belgio e Sicilia si sposano nella nuova “Wit” di Extraomnes

Il birrificio “belga del Varesotto” per antonomasia, e cioè il marnatese Extraomnes, curiosamente non aveva ancora messo in produzione alcuna witbier, e cioè una di quelle birre (dette anche blanche) ad alta fermentazione, rinfrescanti e caratterizzate dall’uso del frumento insieme all’orzo.

Una lacuna che la casa produttrice – tra le altre – di Tripel, Bruin, Saison e tanti altri prodotti della tradizione belga ha deciso di colmare in questa estate 2018. Con un tocco di originalità e con un collegamento diretto tra le Fiandre e la Sicilia, visto che l’etichetta diffusa in questi giorni (la vedete qui) e il testo dell’annuncio su Facebook strizzano appunto l’occhio all’isola mediterranea. Continua a leggere

Venticinque birre per quattro giorni: bentornato CBF

È l’appuntamento più longevo del suo genere in provincia di Varese e torna quest’anno nel periodo che va da giovedì 26 a domenica 29 luglio nella sua sede tradizionale. Parliamo del CBF, il “Carnago Birra Festival”, organizzato come di consueto dal Birrificio Settimo nella propria sede di via Monte Rosa 33 a Carnago, nell’elegante area che ospita anche il locale-bandiera dell’azienda che fa capo alla famiglia Barban, il “Siebter Himmel”.

La formula degli anni scorsi è di fatto confermata, seppur con alcune novità interessanti: la prima riguarda la capienza, visto che il parco del “Siebter” sarà sistemato in modo da aumentare il numero di tavoli (e quindi di posti a sedere) a disposizione e da variare leggermente la disposizione di cucine e area dedicata alla birra.  Continua a leggere

Ciliegie e botti di legno: a Carnago è nata la “Pink Kriek”

Seconda birra speciale di questa primavera 2018 per il Birrificio Settimo di Carnago che prosegue sulla strada delle sperimentazioni da aggiungere alla linea di prodotti più classici e tradizionali.

Dopo aver rilasciato la farmhouse ale “Gallum” di cui vi abbiamo parlato in QUESTO articolo, il birrificio di Carnago presenterà un’altra birra a produzione limitata nel corso di un aperitivo in musica previsto per domenica 17 giugno, all’interno della propria sede del “Siebter Himmel”.  Continua a leggere

Benvenuta “Uncle Dog”, la “birra da spiaggia” dell’Orso Verde

Il birrificio “Orso Verde”, capostipite del movimento artigianale in provincia di Varese, negli ultimi mesi ha (finalmente) scelto di seguire una strada più vivace dal punto di vista della comunicazione delle proprie attività. Qualche novità interna ha permesso, tra l’altro, al mitico Cesare Gualdoni di dedicarsi maggiormente al suo ruolo di frontman dell’azienda di Busto Arsizio ma anche alla sala cottura che proprio in questi giorni ha prodotto una novità assoluta.

Da questa settimana è infatti disponibile in una manciata di locali la nuova “Uncle Dog”, una american wheat che sarà poi presentata ufficialmente sabato 9 giugno in occasione della festa “Beer at Bear” organizzata proprio nella sede dell’Orso Verde in via Petrarca 2, a Busto.  Continua a leggere

“Gallum” in edizione numerata: la novità del Birrificio Settimo

Il Birrificio Settimo ha scelto e rivisitato lo stile delle farmhouse ale per festeggiare la primavera 2018. Il produttore di Carnago lancia infatti in questi giorni una birra ispirata a quelle che venivano (e vengono) brassate nelle zone rurali del Nord della Francia e delle Fiandre e che sono conosciute con il nome di biére de garde (versione transalpina) e saison (in Belgio).

Proprio uno dei simboli delle fattorie, il gallo, è stato scelto per “firmare” questa novità, la prima del 2018 per quanto riguarda il Settimo. «La “Gallum” è prodotta in quantità limitata, soltanto 200 bottiglie da 0,75 litri, anche perché la sua gestazione è durata circa due anni» spiega Cristian Pizzi, il birraio del Settimo. «La base di partenza è la CBF 2016, una american saison per la quale utilizzammo quattro diversi luppoli americani (cascade, columbus, citra, simcoe), che poi è stata messa a riposare per sei mesi in una botte da 225 litriContinua a leggere

“Cata sü” e “Porta a cà” disseteranno lo street food targato Varese

Il weekend del 6-8 aprile prossimi sarà quello in cui andrà in scena (a Varese, in piazza Repubblica) il primo appuntamento del 2018 marchiato “Urban Lake Street Food Festival”, un format nato e cresciuto proprio nella Città Giardino che tra primavera ed estate farà tappa in ben 14 località, sia nella zona (Gallarate, Busto, Ispra, Arona, Verbania…), sia nel resto d’Italia (Cesenatico, Modena, Fidenza per fare qualche esempio).

“Urban Lake” fa capo all’organizzazione della “baVarese Prost Fest” e vanta una serie di collaborazioni con soggetti ben radicati in città, come per esempio il Twiggy, che si occupa della parte musicale dei weekend dedicati allo street food. Ma se parliamo di ciò su Malto Gradimento, è perché anche la birra – e la birra prettamente varesina – farà la sua parte. Da quest’anno tutti gli appuntamenti del circuito gastronomico saranno infatti accompagnati da due novità che stanno per essere confezionate da “50&50”, il giovane birrificio condotto da Alberto Cataldo ed Elia Pina che ha sede nel quartiere di Valle Olona.  Continua a leggere

Vi è venuta voglia di assaggiare la nuova “Hope Wave”?

É nata, è maturata, è stata confezionata. Ed è pronta per essere bevuta da qui alla prossima estate. La “Hope Wave”, nome definitivo scelto per la hoppy saison che ha vinto la sesta edizione del concorso “Malto Gradimento” nel settembre 2017, sta ora attendendo la propria serata di “lancio”.

La birra, creata dall’homebrewer pesarese Donato Graziano e realizzata sull’impianto di “The Wall” a Venegono Inferiore, sarà presentata in via ufficiale mercoledì prossimo, 21 marzo, a poche centinaia di metri da dove è stata incoronata.  Continua a leggere

Benvenuta “Hope Wave”, birra regina di Malto Gradimento 2017

La fermentazione è avviata, tutti i processi sono stati fatti a regola d’arte e ora manca solo la versione definitiva dell’etichetta per poter completare il processo produttivo della Hope Wave. Una birra di cui avete sentito già parlare e non preoccupatevi se questo nome non vi dice nulla: si tratta infatti della la nuova denominazione della Hoppy Saison, la birra regina della sesta edizione del Concorso Malto Gradimento.

Donato Graziano con Andrea Rogora

Un termine momentaneo – era di fatto lo stile della birra – che Donato Graziano, l’homebrewer vincitore, ha sostituito con quello definitivo che è stato ufficializzato in occasione della cotta, tenutasi venerdì 19 al birrificio “The Wall” di Venegono Inferiore.  Continua a leggere

“50&50”: la novità “Alpaca” manda in pensione la ConfessionAle

Quando Elia Pina e Alberto Cataldo, le due anime del birrificio “50&50”, diedero vita alla loro creatura, scelsero la via della provocazione per i loro primi prodotti. Cominciarono – era la primavera del 2014 – con la “Italiano medio” (dove medio è il dito della mano…) e proseguirono con la “ConfessionAle”.

Quest’ultima però è ora andata in pensione, anche se trattandosi di una “bandiera” del birrificio della Valle Olona, una di quelle in produzione per tutto l’anno, sarà prontamente rimpiazzata da una novità appena confezionata. Continua a leggere

Vetra apre il 2018 con la sua nuova bock: “Alfa”

È un omaggio ai motori l’ultima nata in casa Vetra, il birrificio dall’anima dichiaratamente milanese ma con sede nell’estremo lembo sud-est del Varesotto, a Caronno Pertusella.


La prima bock creata per Vetra dal birraio Stefano Simonelli richiama sulla propria etichetta una calandra e si chiama “Alfa”, tributo alla casa automobilistica storicamente basata a pochissimi chilometri dalla sede del birrificio. Va però sottolineato che l’operazione non ha nessun collegamento diretto – né di marketing né di altro tipo – con l’Alfa Romeo o con FCA.  Continua a leggere