Birra e arte: il “Banchetto Nuziale” di Bruegel il Vecchio

di Michele Palmeri – Saggi Brassatori

Birra e arte si sono incontrate molte volte.
Ma se volessimo attribuire una menzione d’onore ad alcuni artisti in particolare, non possiamo dimenticare il buon Pieter Bruegel il Vecchio (1525?-1569).
Nato a Breda o comunque nel Brabante, regione dell’attuale Olanda (alcuni libri, però, parlano del Limburgo – Belgio – come luogo di nascita), dipinse sia in Italia sia ad Anversa e si trasferì a Bruxelles nei primi anni sessanta del Cinquecento, perfezionando il suo caratteristico stile satirico.


Ebbe un ruolo fondamentale nel ritrarre le scene della quotidianità che appartengono a quegli anni; mietiture, taverne e banchetti.
La birra è sempre stata un filo conduttore, vuoi per il fatto che fosse un prodotto del popolo per il popolo, vuoi anche perché è sempre stata un lubrificante sociale d’eccellenza.

Continua a leggere

“Vetra” e “The Wall”: birre e beneficenza per combattere il coronavirus

Nei giorni scorsi abbiamo iniziato ad aggiornare con costanza un articolo del blog nel quale sono indicati i servizi di consegna di birre artigianali a domicilio in provincia di Varese. Un elenco che con il tempo si è allungato e che, crediamo, è già stato utile per diversi appassionati che in questo modo possono ricevere a casa le bottiglie giuste per affrontare questo periodo di quarantena forzata a causa del coronavirus.

Nell’aggiungere nomi all’elenco, ci siamo imbattuti anche in due iniziative particolari che meritano di ricevere un’evidenza speciale, quelle imbastite da Vetra – il giovane ma quotato birrificio con stabilimento a Caronno Pertusella – e da The Wall, l’azienda che ha sede a Venegono Inferiore e che molti nostri lettori conoscono a fondo visto che per diversi anni la struttura ha collaborato per il Concorso Malto Gradimento. Continua a leggere

È il momento giusto – ahinoi – per leggere libri di birra

Chiusi in casa a causa dei rischi per il coronavirus (CI RACCOMANDIAMO: NON USCITE!), è forse giunto il tempo di darsi alla lettura, un passatempo che televisioni e smartphone hanno purtroppo fatto passare in secondo piano. Per gli appassionati di birra e – soprattutto – per chi vuole iniziare a conoscere questo mondo, è dunque tempo di aprire la biblioteca e aggiungere titoli che possono essere interessanti e che possono favorire un approfondimento dell’argomento.

Di seguito quindi, vi forniamo una serie di titoli usciti negli ultimi anni che a nostro avviso possono tenervi compagnia in maniera intelligente. In molti casi sono stati scritti da persone che abbiamo conosciuto grazie all’attività di Malto Gradimento e – se siete lettori del blog – li avrete già incontrati sul vostro cammino attraverso le nostre recensioni.  Continua a leggere

Il “Campfire” di Marco Agostini cerca un partner tra i birrifici artigianali

Una vacanza nel nome del barbecue nelle belle campagne fiorentine, alla “corte” di Marco Agostini, grande specialista italiano del barbecue, autore di diverse pubblicazioni sull’arte di cucinare la carne alla griglia e – tra le tante cose – organizzatore di questo “Campfire Lodge 2020”.

Una immagine del Campfire Lodge 2019

Il programma della manifestazione, che si terrà a fine marzo nella struttura de “Il Grande Prato” di Castelfiorentino prevede che i partecipanti – una sessantina – alloggino in un elegante casolare nelle vicinanze e possano partecipare a una serie di incontri, lezioni, seminari e laboratori legati al mondo del barbecue sotto la guida di Agostini e dei suoi collaboratori.

Continua a leggere

Ab Inbev lascia Gallarate: la nuova sede sarà a Milano

Interrompiamo per un attimo le notizie e gli articoli provenienti dal “Beer&Food Attraction” di Rimini (che, per inciso, si è concluso nel tardo pomeriggio di martedì 19) per una notizia che riguarda, sì, la birra industriale ma anche la provincia di Varese.

Per il territorio, la novità non è positiva: la filiale italiana di Ab Inbev – il colosso belga leader mondiale del settore birrario che nel 2018 ha fatturato globalmente oltre 54 miliardi di dollari – lascerà infatti nel giro di poche settimane la sua storica sede di Gallarate per spostarsi a Milano. Una notizia inattesa, visto che la città dei Due Galli è da molti anni la sede amministrativa (non ci sono invece impianti produttivi) della multinazionale per il nostro Paese.

Continua a leggere

Birra dell’anno 2020: premiati tre birrifici della provincia di Varese

Sono tre i riconoscimenti finiti tra le mani dei birrai del Varesotto nel corso della partecipata premiazione del concorso “Birra dell’Anno”, la manifestazione organizzata da Unionbirrai che ha il suo momento clou nella prima giornata del “Beer&Food Attraction” di Rimini, quella del sabato.

Kuaska sul palco in qualità di presentatore

Quarantadue le categorie (!) tra le quali era articolata la 15a edizione del concorso, che ha anche espresso un, chiamiamolo, “vincitore generale”, il cosiddetto “Birrificio dell’Anno”: si tratta di Ritual Lab, azienda romana (ha sede a Formello) molto giovane, visto che è nata solo nel 2015, ma immediatamente competitiva ad altissimi livelli con le proprie produzioni.

Continua a leggere

La genziana fa “flirtare” la birra artigianale con quella industriale

D’estate, lo sanno tutti, Rimini può essere terra di amori brevi, capaci di infiammare una vacanza o una sola notte. Flirt da portare con sé in inverno, da custodire nel cuore o da raccontare agli amici, al ritorno, davanti a una birra. Quella birra che d’inverno, invece, a Rimini è anche protagonista della principale rassegna del settore, il Beer&Food Attraction che si è aperto sabato 15 in Riviera. E proprio nei padiglioni della fiera è stata annunciata una notizia che farà discutere nel mondo dell’artigianale e che, rapportato sull’estate romagnola, ricorda un po’ una di quelle scappatelle di cui sopra.

Enrico Galasso (Peroni) e Jurij Ferri (Almond ’22)

I protagonisti della vicenda sono due birrifici: uno artigianale e uno di proprietà industriale, anche se il marchio è nato (all’estero) in ambito craft. I nomi sono presto detti: Almond ’22, azienda longeva, molto apprezzata e nata per iniziativa di Jurij Ferri (QUI una nostra intervista di due anni fa) e Meantime che dopo essere stato per anni una bandiera del movimento britannico (QUI un articolo di Malto Gradimento) venne acquisito da SAB Miller per poi passare al gruppo giapponese Asahi che controlla anche Peroni.

Continua a leggere

Ratebeer incorona per due volte il birrificio Extraomnes

La migliore belgian pale ale al mondo? Arriva da Marnate. E da Marnate, zona sud del Varesotto – da una parte c’è Busto, dall’altra si va a Saronno – c’è pure il miglior birrificio d’Italia e cioè Extraomnes. A dirlo è la “giuria” più estesa al mondo in campo brassicolo, ovvero quella composta dagli utenti di Ratebeer, il sito fondato nel 2000 e che è uno sconfinato “contenitore” di pareri sulle birre di tutto il pianeta.

Foto da “Gli amici del bar”

 

Ratebeer pubblica ogni anno i propri verdetti in base alle recensioni scritte dagli utenti – quello che accade, per fare un esempio, anche con Tripadvisor – e per il 2019 ha premiato in due occasioni Extraomnes, il birrificio nato a Marnate da una costola della torrefazione “El Mundo” e che ha in Luigi “Schigi” D’Amelio il proprio volto più conosciuto.

Continua a leggere

“Birra dell’anno” e tanto altro: è il momento del Beer&Food Attraction

La fiera di Rimini è pronta a ospitare la fiera italiana di riferimento per quanto riguarda il mondo della birra (artigianale ma non solo): il cosiddetto Beer Attraction che, nel corso degli anni, ha aggiunto ulteriori “rami” tanto da cambiare anche il proprio nome ufficiale. Oggi si chiama infatti “Beer&Food Attraction”, è affiancata dal “BB Tech Expo” e dall’ “International Horeca Meeting” ma mantiene al centro dell’attenzione il mondo di malti e luppoli, che poi è quello che più interessa a questo blog.

Vediamo, quindi, alcune cose da sapere se si vuole viaggiare in direzione della riviera romagnola a partire dalle date: la fiera aprirà i battenti sabato 15 febbraio per terminare martedì 18. È bene però ricordare che l’evento è dedicato agli operatori dei settori interessati, con il pubblico “comune” che è parzialmente ammesso solo nella prima giornata, sabato.  Continua a leggere

Pinguini Tattici Nucleari: la band ispirata a una birra di Brewdog

Nel bel mezzo di una settimana in cui le bacheche di Facebook, i telegiornali e le conversazioni alla macchinetta del caffè sono infarcite da discorsi, discussioni, ironie e commenti sul Festival di Sanremo, ci sembra giusto dare il nostro contributo alla discussione da discreti ignoranti in materia. Lo spunto birrario, però, lo abbiamo trovato visto che una delle band in gara si è ispirata proprio a una birra per darsi un nome. Il più curioso sulla scena.

I Pinguni Tattici Nucleari, che all’Ariston presentano il brano Ringo Starr e che al venerdì sera hanno portato un divertente medley con numerosi successi dei Festival passati, devono la propria denominazione a un prodotto di culto – uno dei tanti – firmati da Brewdog.

Continua a leggere