Tra Castellanza e Lurago si festeggiano le tripel e le pils

Sull’asse immaginario tra Castellanza e Lurago Marinone, per il terzo anno consecutivo vanno in scena in contemporanea (all’incirca) due manifestazioni dedicate ad altrettanti stili birrari molto famosi e importanti, in due sedi particolarmente conosciute e apprezzate dagli appassionati.

Cominciamo dalla nostra provincia, zona Sud, perché a Extraomnes Bier&Cibo (il locale di Castellanza legato al notissimo birrificio di Marnate) ci sarà nell’intera giornata di sabato 11 maggio il “Tripel Pride”, festival tutto dedicata allo stile birrario tipico del Belgio.  Continua a leggere

Pienone per Kuaska a Varese. Ora “in biblioteca” tocca allo staff di Unibirra

Sala “Morselli” piena, birre in forma e soprattutto oltre un’ora e mezza di aneddoti, risposte, storie e curiosità “sgorgate” da quella fonte inesauribile di sapere birrario che risponde al nome di Lorenzo Dabove. La domenica varesina di Kuaska ha attirato nella biblioteca comunale un bel numero di appassionati richiamati dalla presenza del – lui si definisce così – “nonno” del movimento artigianale italiano, punzecchiato dallo speaker radiofonico Lorenzo Dardano (sua spalla nelle trasmissioni su Radiofreccia) e sostenuto dalle due birre messe a disposizione dal progetto “Tasso Alcolico” di cui lo stesso Kuaska è coordinatore.

Insomma, e non lo diciamo perché in qualche modo noi di Malto Gradimento ne siamo fiancheggiatori, il primo appuntamento con la birra #inbiblioteca è stato un successo ed è servito anche per introdurre la città al prossimo Varese Beer Festival, che ormai è in rampa di lancio e che andrà in scena alla Schiranna tra il 24 e il 26 maggio prossimi.

Continua a leggere

Otto birrifici da scoprire a Brebbia, nel primo festival di UBeer

I lettori di Malto Gradimento, almeno quelli più affezionati, conoscono senz’altro Ubeer, azienda varesotta fondata circa tre anni fa a Brebbia che si occupa di commercio on-line di birra e che è stata anche vicina a diverse edizioni del Concorso Malto Gradimento. Una realtà del nostro territorio che nel prossimo weekend – quello da venerdì 3 a domenica 5 maggio – proporrà per la prima volta un vero e proprio festival della birra artigianale abbinato al proprio marchio.

Otto i produttori presenti nell’area feste di via Donizetti a Brebbia (località Ronchée – non lontano dalla strada provinciale che collega Besozzo con Ispra), tutti scelti tra birrifici emergenti (solo un paio vantano una certa “anzianità di servizio”) e fino a oggi poco presenti nella nostra provincia. «Una scelta precisa – spiega Davide Zara, amministratore delegato di UBeer, in una pausa del montaggio delle strutture per il festival – Gli otto birrifici sono presenti nel nostro catalogo on-line o entreranno a farne parte subito dopo questa manifestazione».  Continua a leggere

“Kuaska on demand”: incontro pubblico da non perdere alla biblioteca di Varese

Domenica 5 maggio, alla biblioteca di Varese (ore 18), sarà ospite un personaggio che vale la pena andare ad ascoltare, almeno per un motivo: è considerato il “numero uno” nel suo campo in Italia e da molti anni è un punto di riferimento anche a livello internazionale. Il “suo campo” è naturalmente quello delle birre (usiamo subito il plurale, in fondo all’articolo ne capirete il motivo), lui arriva da Genova e si chiama Lorenzo Dabove, anche se tra malti e luppoli tutti lo chiamano “Kuaska”.

Lo potete trovare nei maggiori appuntamenti birrari d’Italia, spesso nel ruolo di presentatore o di presidente di giuria, lo vedrete salutare centinaia di persone, ascoltare chiunque gli chieda un consiglio, descrivere con linguaggio preciso ma accessibile a tutti le birre che si ritrova di volta in volta tra le mani.

Il fatto che sia così richiesto non è un caso: se da un lato in Italia ci sono stati i birrai-pionieri nel mondo dell’artigianale (ne citiamo due: il piemontese Teo Musso di Baladin e il lombardo Agostino Arioli del Birrificio Italiano), dall’altro c’è stata una voce – quella di “Kuaska” capace di supportare, affiancare e spingere questo movimento fin dagli albori. E, forte delle sue frequentazioni all’estero (in Belgio, innanzitutto, ma non solo), Lorenzo è divenuto un vero e proprio ambasciatore della birra artigianale tricolore.  Continua a leggere

Campionato homebrewing: a Monza vince Barozzi

C’è un nome ben conosciuto in vetta alla seconda tappa del Campionato Italiano di homebrewing organizzato da Mo.B.I. A vincere il concorso disputato a Monza, al pub del Carrobbiolo lo scorso 14 aprile, è stato infatti Elia Barozzi, detentore del titolo tricolore e già sul podio (terzo) nella prima prova stagionale.

Barozzi ha battuto tutti (e guadagnato i 13 punti in palio per il primo posto) in un concorso che prevedeva per regolamento la presentazione di birre con erbe, spezie, ortaggi o – addirittura – gruyt, ovvero l’antica miscela di aromi utilizzata (al posto del luppolo) per amaricare la nostra bevanda preferita.  Continua a leggere

Il Rex Bibendi di Castellanza offre due posti di lavoro

Due posizioni lavorative aperte al Rex Bibendi di Castellanza, realtà aperta da dieci anni (festeggiati lo scorso ottobre), guidata da Simone Cassarà, e punto di riferimento anche per il mondo della birra artigianale della nostra provincia.

Il locale con sede in via don Testori 18, intende infatti inserire due nuove figure all’interno del proprio staff: una persona verrà impiegata a tempo pieno, un’altra con la formula del part-time.

Continua a leggere

YHOP: la “app” italiana che permette di “seguire” le proprie birre preferite

Roma è tradizionalmente la piazza più importante per il mercato delle birre artigianali, e non poteva che partire da lì una novità che sta muovendo i primi passi in questi mesi e che potrebbe diventare presto un must, in tasca – meglio, sullo smartphone – di tutti gli appassionati.
Si chiama YHOP ed è una app – disponibile sia per iPhone sia per dispositivi Android – nata “al pub” (nel senso che lì sono sorte le esigenze di chi la ha ideata) e creata da quattro soci all’interno di un incubatore di start up (Alan Advantage) che ha sede nel quartiere Prati della Capitale.

Yhop risponde a una serie di necessità: innanzitutto – ci spiega Niccolò Costanzo, addetto alla comunicazione della società che abbiamo incontrato al recente Craft Beer Italy – «per scoprire in quali locali viene “attaccata” (alla spina, intendiamo… ndr) una birra che ci piace particolarmente. Poi, grazie alla tecnologia (come Rfid e QR code), sarà possibile garantire al consumatore che la birra in questione è fresca, e ancora darà la possibilità di avere in un unico strumento le informazioni fornite sia da chi produce la birra, sia da chi la serve».  Continua a leggere

Spring Beer Festival: quattro birrifici (più uno) protagonisti nel centro di Varese

Come vi avevamo preannunciato qualche tempo fa (in QUESTO articolo), a Varese e dintorni si vivono settimane vivaci riguardo alla birra artigianale. Uno dei motivi di questa frizzantezza è anche l’organizzazione di piccoli – ma assolutamente meritevoli – festival legati al mondo craft: nel prossimo fine settimana ne abbiamo già un paio di esempi.

In particolare, ci piace ricordare che proprio nel cuore della Città Giardino è già tutto apparecchiato per la prima edizione dello “Spring Beer Festival” di vicolo Canonichetta: la rassegna è organizzata dai due locali che hanno sede uno accanto all’altro, “Hops” (quello che ha portato la grande birra artigianale sotto l’ombra del Bernascone) e “La Piada di Strona”. Il festival si articola su due giornate (venerdì 12 dalle 17,30 alle 2 di notte; sabato 13 dalle 12 alle 2 di notte!) e ospiterà le spine di quattro birrifici più… uno.

“L’uno” in questione è il celebre Baladin di Piozzo (Cuneo), che non sarà presente con le birre che lo hanno reso famoso bensì con il nuovo Beermouth, un prodotto rilasciato pochi mesi fa, realizzato sullo stile del vermouth ma su base birraria. Ennesima invenzione di Teo Musso – uno dei padri del movimento artigianale italiano – e del suo gruppo di lavoro.

Eccoci invece alle birre: in ordine alfabetico troveremo il veneto “Birrone” (già salito ai massimi onori nazionali nel 2014, quando Simone Dal Cortivo venne votato “Birraio dell’anno”), il vigevanese “Il conte Gelo”, il vicentino “Lucky Brews” e quello a noi più vicino, “Vetra”, che ha sede a Caronno Pertusella. In tutto, per gli appassionati ma anche (e soprattutto?) i curiosi, ci saranno circa 20 birre a disposizione: un’offerta interessante anche per la varietà di stili proposti e per la qualità riconosciuta dei produttori presenti. Tra l’altro, sabato pomeriggio, ci sarà la possibilità di effettuare una degustazione guidata delle birre di “Lucky Brews”, che forse – dalle nostre parti – è il meno conosciuto tra i birrifici che partecipano allo Spring Beer Festival.

BIRRE VIVE A SARONNO

Se ci allontaniamo dal capoluogo, troviamo un’altra manifestazione interamente dedicata alla birra artigianale. Siamo a Saronno, negli spazi di Villa Gianetti, dove è in rampa di lancio la tre giorni – tra venerdì 12 e domenica 14 – la seconda edizione di “Birre Vive in Villa” con otto birrifici presenti. Ci saranno un paio di produttori del Varesotto (50&50, A Tutto Malto) e poi i lombardi “Il conte Gelo”, “Due Tocchi” e “Otus”, i piemontesi “Jeb”, “Diciottozerouno” e “Castagnero” oltre a una selezione di “Beerinba” che si occupa dell’organizzazione. QUI il programma più dettagliato.

Segui la pagina di MALTO GRADIMENTO su Facebook 
Segui il profilo di MALTO GRADIMENTO su Instagram

Il “vecchio Siebter” cambia pelle e nome, ma la birra resta protagonista

Sono giorni molto vivaci, questi, per il movimento della birra artigianale in provincia di Varese. Archiviata l’apertura ufficiale dell’Orso Verde nel capoluogo, in arrivo un piccolo ma interessantissimo festival curato da Hops (ne parleremo a breve), è necessario segnalare anche una metamorfosi. È quella dello storico Siebter Himmel di Carnago che da venerdì 12 aprile assumerà un nuovo nome e una (in parte) nuova filosofia di lavoro.

La zona adibita a pub

Con l’inaugurazione prevista appunto per venerdì, nascerà infatti il “Birrificio Settimo Craft House”: resterà inalterata – o quasi – la affascinante architettura interna, verrà confermata la proposta birraria a “metro zero” (la produzione di Settimo avviene nella struttura accanto alla bella villa in cui si trova il ristorante) ma verrà cambiata in modo quasi radicale la proposta culinaria che fino a oggi si era ispirata alla tradizione tirolese/tedesca.

Continua a leggere

Torna il Brianza Beer Festival con 15 stand tutti da scoprire

Sono quindici gli stand di birra artigianale con produttori provenienti da tutto il Nord Italia che da venerdì 5 e domenica 7 aprile animeranno con le proprie specialità l’edizione primaverile del “Brianza Beer Festival”, la manifestazione curata dalla Cooperativa Mondovisione da cui – tra l’altro – è gemmato anche il Varese Beer Festival (che, lo ricordiamo, tornerà a fine maggio).

Una garanzia, quella del BBF, che in pochi anni ha saputo conquistare uno spazio importante anche nel già ricco calendario dei festival birrari lombardi, grazie a una sede particolare quale è il Palazzo Storico delle Esposizioni di via Matteotti 8 a Mariano Comense. Un edificio, con anche una parte esterna, che consente di affiancare agli stand dei birrifici anche una serie di altre attività a partire dai sempre apprezzati food truck (nel cortile) e dei due punti ristorazione interni per proseguire con i banchetti di artigianato etnico, i giochi a sfondo birrario, l’area relax e tanto altro. Continua a leggere