A Firenze c’è “Birraio dell’Anno”, Extraomnes si presenta con una nuova birra

Il primo appuntamento di grande rilevanza dell’anno solare, nel mondo della birra artigianale italiana, è ormai alle porte. Da domani – venerdì 17 – a domenica 19 gennaio il teatro Tuscany Hall di Firenze ospita l’undicesima edizione di “Birraio dell’Anno”, kermesse organizzata dal network “Fermento Birra” e cresciuta con il passare degli anni sino a diventare un vero e proprio festival nazionale.

Marco Valeriani con il trofeo assegnato nella scorsa edizione

Se infatti la formula del premio principale è rimasta pressoché invariata nel tempo (il “Birraio dell’Anno” viene eletto da un ampio gruppo di esperti e scelto tra un drappello selezionato di “nominati”), il resto della manifestazione ha aggiunto di volta in volta una serie di novità. Da qualche edizione, per esempio, si vota anche per il “Birraio Emergente” (5 quelli in nomination) mentre il pubblico può degustare i prodotti proposti da quei birrifici che hanno il birraio in nomination. Quest’anno la novità più rilevante è il premio “Best Pub” con cinque locali italiani in lizza per ottenere il riconoscimento.  Continua a leggere

Un pullman da Gallarate per andare a “Le Birre della Merla”

Uno dei festival birrari italiani più originali è senza dubbio “Le Birre della Merla”, raduno che si tiene annualmente a Montegioco, il minuscolo paese piemontese della Val Grue (a Sud-Est di Tortona, non lontano da località più note come Volpedo o come la Castellania dove nacque Fausto Coppi) famoso per aver dato la sede e il nome al birrificio di Riccardo Franzosi, uno dei personaggi simbolo del movimento artigianale italiano.

Proprio Franzosi è stato promotore, fin dal 2008, della manifestazione ospitata dall’agriturismo Cascina Capanna che “rischia” di tenersi con temperature assai basse e, perché no, di essere allietata dalla presenza della neve. Del resto i giorni in cui si tiene sono proprio quelli “della merla”, alla fine di gennaio, e la scelta non è certo casuale.

Le date per il 2020 di “Birre della Merla” sono quelle a cavallo del mese: si comincia venerdì 31 gennaio (dalle ore 18 alle 24) per proseguire sabato 1 (dalle 12 alle 24) e domenica 2 febbraio (dalle 12 alle 20). Gli organizzatori hanno già annunciato la presenza della “Mummia”, forse la birra più iconica tra quelle già di per sé originali inventate da Franzosi.

Il festival è da sempre meta anche degli appassionati del Varesotto (del resto Orso Verde è storicamente uno dei birrifici presenti) che, talvolta, condividono viaggio e pernottamento. Quest’anno una iniziativa a riguardo è organizzata dai due locali gallaratesi che propongono esclusivamente birra artigianale, il Barley House e il The Cave. Nella giornata di domenica 2 infatti, sarà possibile raggiungere Montegioco in pullman, con partenza da Gallarate alle 10 e ritorno in città in serata. La proposta ha già raccolto diverse adesioni ma, spiegano i responsabili, ci sono ancora posti liberi: il costo del viaggio è fissato in 15 euro. Per prenotare il proprio sedile – entro lunedì 20 gennaio – si può contattare via WhatsApp il numero 348-8732802 oppure le pagine Facebook dei due locali (attraverso Messenger). Ne varrà la pena.

Segui la pagina di MALTO GRADIMENTO su Facebook 
Segui il profilo di MALTO GRADIMENTO su Instagram

EVENTI – Il calendario “perpetuo” di Malto Gradimento

Mandiamo in soffitta il vecchio calendario eventi, complicato da utilizzare. Da oggi, e finché non decideremo di cambiare il blog (…), tutti gli eventi rilevanti nel mondo della birra artigianale in provincia di Varese e dintorni saranno disponibili e aggiornati in questa pagina. La troverete spesso “fissata in alto” sulla nostra pagina Facebook.
Per segnalarci i vostri appuntamenti, come sempre, potete scrivere a maltogradimento@gmail.com. Gli eventi “Powered by MG” sono sponsorizzati.

POWERED BY MG

 – 

Continua a leggere

Un ragù di cinghiale alla birra per Capodanno (ma non solo)

Una ricetta per il vostro Capodanno? O comunque, per un pranzo o una cena in cui volete dare un tocco di originalità e un bell’apporto di gusto? Per la ricetta “alla birra” di fine 2019, abbiamo dato carta bianca a Samantha Belli, chef dell’Unibirra di Calcinate del Pesce (Varese), che ha pensato di proporre un ragù bianco di cinghiale, perfetto per riscaldare i piatti invernali.

Il ragù utilizzato sui tagliolini freschi

«Questo fantastico ragù bianco – spiega Samantha – si presta molto bene per condire paste fresche come tagliatelle o tagliolini. In Unibirra lo serviamo aggiungendo – al momento di andare in tavola – una manciata di castagne bollite, colte direttamente sulle pendici del Sacro Monte. Il ragù è assai consigliato anche su di un’ottima polenta fumante».  Continua a leggere

“Beerwars” a Castellanza: vittoria di Luca Trovato

È l’american IPA di Luca Trovato la birra vincitrice di “Beerwars”, il concorso organizzato a Castellanza dalla Associazione Hombrwers Novaresi (HBN) e dal Q-Quality Relax, il locale nel quale si è tenuto il contest.

Organizzatori e giudici di “Beerwars”

La gara metteva in palio la possibilità di realizzare una cotta della birra vincitrice sull’impianto di Bosco Grosso, birrificio di Casirate d’Adda in provincia di Bergamo. Fusti poi destinati proprio ai rubinetti del Quality Relax che la metterà a disposizione dei propri clienti come “birra residente” fino al suo esaurimento.  Continua a leggere

Aldo Gradimento – “Pantone”, il paté alla birra per il pranzo di Natale

Con l’arrivo del Natale, riappare la rubrica “Aldo Gradimento” che lo chef Aldo Scutteri tiene per il nostro blog. Per aiutarvi a proporre un piatto speciale, con cui stupire e ingolosire i parenti sulla tavola del 25 dicembre (o del cenone del 24 se lo fate, ma anche per San Silvestro o per il Primo dell’anno…), Aldo ha pensato di realizzare un antipasto gustoso, un paté alla birra – ma è una birra particolarissima – abbinato alle verdure e al dolce simbolo delle festività, il panettone.

A proposito di quest’ultimo, chef Scutteri ha utilizzato un panettone artigianale con fichi e mandorle prodotto dalla Pasticceria Colombo di Barasso (Varese), l’azienda con il quale Aldo collabora da alcuni mesi.

ATTENZIONE – IDEE REGALO di NATALE per chi non ci ha ancora pensato: i consigli di Malto Gradimento. CLICCATE QUI

Se vi cimenterete con la ricetta, potete immortalare il vostro piatto e inviarci la foto (maltogradimento@gmail.com) che pubblicheremo qui e/o sulla pagina Facebook di Malto Gradimento. Se invece siete interessati a diventare partner commerciali dell’iniziativa (come sponsor o come fornitori degli ingredienti), contattateci via posta elettronica.

Continua a leggere

Benvenuta Ma.Bo.: la beer firm nata tra Valcuvia e Lago Maggiore

Il movimento delle birre artigianali è un fenomeno che ha attecchito fortemente – anche da tanti anni – nella parte bassa della provincia, e ha comunque i suoi avamposti anche nel capoluogo. Nel Nord del Varesotto invece, il mondo craft non ha mai (ancora?) sfondato: i soli microbirrifici sono quelli di Induno (In Mostra) e Gemonio (Amalu), ma sono realtà con produzioni molto piccole anche rispetto ad aziende come The Wall, Orso Verde o Extraomnes.

Alessio Marella (Ma.) e Stefano Bodio (Bo.), i due fondatori

Su questo fronte però, qualcosa si muove, nel senso che anche tra la Valcuvia e il Lago Maggiore è – finalmente, verrebbe da dire – nato un nuovo marchio: si tratta di Ma.Bo. Beer, che è una beer firm nata dall’impegno di due soci che hanno fatto diventare (come tanti altri) il loro hobby, l’homebrewing, un’attività commerciale più strutturata.  Continua a leggere

La birra sotto l’albero di Natale: idee regalo per chi non ci ha ancora pensato

Dite la verità: quante volte vi siete fatti cogliere impreparati dall’arrivo del 25 dicembre? Certo, la data è scritta sul calendario e tutti sanno che Natale sta arrivando, ma tra impegni quotidiani, cene con i colleghi, bicchierate con gli amici e traffico impazzito, il rischio di ritrovarsi a fare acquisti negli ultimi tre (due, uno…) giorni è sempre alto.

Se, nel frattempo, siete capitati su questo articolo, è perché la birra interessa a voi o a qualcuno che vi sta vicino: bene, Malto Gradimento prova a farvi risparmiare un po’ di tempo e un po’ di cervello, servendovi sul piatto d’argento una serie di possibili doni a tema birrario. Che possono essere anche autoregalati, ovviamente… Abbiamo deciso di suddividere le possibili idee-regalo in quattro gruppi: libri, oggettistica, strumenti per homebrewing e dulcis (oppure amarum…) in fundo birre artigianali.

NOTA BENE – I prezzi segnalati sono indicativi, perché potrebbero variare nel corso dei giorni. I link delle prime tre categorie rimandano ad Amazon, piattaforma con cui Malto Gradimento ha un’affiliazione: se comprate passando dal nostro link, darete una mano a sostenere anche le spese del blog che dal 2011 vi parla gratuitamente di birra artigianale. Lo stesso vale per la quarta categoria (le birre…): in quel caso l’affiliazione è con UBeer.
Buona scelta, e se non ci vediamo prima… a voi e famiglia! Continua a leggere

Birraio dell’Anno: Schigi D’Amelio di nuovo in lizza per il premio

C’è ancora Luigi “Schigi” D’Amelio a rappresentare il Varesotto che produce birra nel novero dei candidati al premio di Birraio dell’Anno, che verrà assegnato al teatro Tuscany Hall di Firenze nel gennaio 2020. La figura più rappresentativa di Extraomnes, l’azienda di Marnate che oltre al birrificio ha aperto due locali a Castellanza e Savona, si conferma quindi nel limitato novero di candidati – venti – scelti attraverso un questionario redatto dal network “Fermento Birra” (che organizza la rassegna) e compilato da un centinaio di addetti ai lavori e personalità del mondo brassicolo italiano.

Una conferma “perpetua” quella di Schigi, che ha vinto il primo premio nel 2013 ed è salito a più riprese sul podio, finendo terzo anche nella passata edizione. Piuttosto spiace vedere come, al di là di D’Amelio, nessuno degli altri birrai del Varesotto sia stato preso in considerazione: un paio di anni fa ci fu in nomination Stefano Simonelli di Vetra (Caronno Pertusella) che si piazzò al secondo posto nella categoria degli “emergenti”, ma che poi non è più stato inserito nella categoria principale.  Continua a leggere

The Wall, per il “black friday” è arrivata una birra nera

Una birra nera per festeggiare il venerdì nero: non è casuale il momento scelto da The Wall per lanciare il suo nuovo prodotto, una coffee porter chiamata “Black X”, messa a disposizione del pubblico proprio in occasione del cosiddetto black friday che quest’anno cade il 29 di novembre.

L’ingrediente speciale scelto dallo staff guidato da Daniele Martinello – che tra l’altro ha appena ottenuto una medaglia di bronzo al Brussels Beer Challenge per la sua rauch “Khamaleon” – è per l’appunto il caffè che conferisce alla birra profumi e sapori particolari.  Continua a leggere