La nuova Bière de Garde di Extraomnes raccontata da Schigi D’Amelio

Secondo “rilascio” in pochi giorni per Extraomnes: l’azienda di Marnate ha da poco messo sul mercato per la seconda volta la particolare Chien Andalou, strettamente legata al forum specializzato “Il barbiere della birra”, ma ha anche lanciato una novità assoluta nella già vasta gamma firmata da Schigi D’Amelio e dai suoi collaboratori. BiereDeGarde Continua a leggere

Il ritorno della Chien Andalou

Chien_WinnerAll’inizio di questo 2015, il birrificio marnatese Extraomnes è stato coinvolto nella creazione di una birra particolare, frutto della collaborazione tra alcuni utenti del forum specializzato “Il barbiere della birra”, capitanati ovviamente da Schigi D’Amelio, il birraio “titolare” dell’azienda varesotta.

La “Chien Andalou”, che ha preso il nome da una antica pellicola di Luis Buñuel – quella in cui un occhio viene tagliato a metà da una lametta da barba, tanto per intenderci – nacque così a gennaio e venne presentata ufficialmente a marzo a Roma, dopo un concorso indetto dal “Barbiere” per stabilire quale fosse l’etichetta adatta ad accompagnare sul mercato un prodotto così particolare (nell’immagine vedete quella prescelta). Continua a leggere

Il provocante tris estivo di casa Extraomnes

Schigi2Irriverente e originale, come al solito, anche nell’estate 2015. Schigi D’Amelio in queste settimane è tornato a regalare agli appassionati bevitori di Extraomnes alcune novità assolute e in ognuna di esse ha messo la propria firma, ben riconoscibile, sia nel nome sia all’interno della bottiglietta.
Sono tre le nuove birre di Extraomnes di cui vi parliamo quest’oggi: la prima è già andata esaurita, la seconda promette molto bene, la terza invece è ancora nei fermentatori – probabilmente Malto Gradimento è la prima testata a parlarne – e sarà a disposizione dalla metà dell’estate in avanti. Continua a leggere

Kuaska, Teo e Schigi: il “Barbaresco” punta altissimo

BarbarescoI dettagli non sono ancora stati diffusi, ma una cosa è certa: nel mese di aprile al “Barbaresco” di Legnano sarà possibile incontrare tre personaggi con pochi eguali nel mondo della birra artigianale italiana.
I nomi, o meglio i soprannomi, agli appassionati, dicono già tutto: Kuaska, Schigi, Teo. Continua a leggere

La firma di Eleonora sulla “Chien Andalou”

Chien_WinnerNei giorni scorsi vi avevamo parlato del progetto “Un Chien Andalou”, una nuova specialità brassata a Marnate nell’impianto di Extraomnes e frutto della collaborazione tra alcuni degli animatori del forum specializzato “Il Barbiere della Birra”. Gli ideatori, tra cui ovviamente anche Schigi D’Amelio, birraio di Extraomnes, hanno organizzato un concorso on line per scegliere l’etichetta di questa nuova birra che sarà presentata ufficialmente a Roma (al “Ma che siete venuti a fà” di Trastevere) il prossimo 7 marzo. Continua a leggere

Un “cane andaluso” in cerca di etichetta

Chien01Parlare di “etichetta” per un spazio web come il forum “Il barbiere della birra” sembra quasi un controsenso, visto che nelle discussioni (animate anche da diversi nomi noti del mondo della birra artigianale italiana) non mancano stroncature, critiche e botta e risposta piuttosto accesi. E invece è proprio a causa di una etichetta che del forum in questione si sta parlando in queste settimane anche al di fuori dei circuiti brassicoli.
La storia è semplice: alcuni dei partecipanti alle discussioni hanno deciso di creare una birra collaborativa, grazie anche all’intervento di Schigi D’Amelio (che sul web è un noto polemista) e di Extraomnes, tanto che la preparazione è avvenuta proprio nella sala cottura del birrificio di Marnate. Continua a leggere

Birraio dell’anno, le nomination: “Schigi” punta al bis

BdA14

Sarà uno “Schgi bis”? O la storica doppietta, mai riuscita a nessuno da quando il premio è stato istituito, rimarrà ancora irraggiungibile? È questa la domanda che gli appassionati di birra artigianale hanno cominciato a farsi in queste ore, da quando cioè il network “Fermento Birra” ha diffuso le nomination per il premio “Birraio dell’anno 2014”, vero e proprio “Oscar” per i produttori italiani. Il campione in carica – i nostri lettori lo sanno bene – è Luigi “Schigi” D’Amelio, mastro birraio di Extraomnes, il marchio di Marnate che si è fatto conoscere a livello nazionale al di fuori dei circuiti di appassionati anche grazie alla vittoria di dodici mesi fa. E “Schigi” ha ricevuto un’altra nomination dagli organizzatori, restando così in lizza per il prestigioso riconoscimento. Continua a leggere

“Magica e risolve i problemi”: ecco la “Ciuski” di Extraomnes

Schigi1Chi può mescolare agevolmente la tradizione belga, un cartone animato giapponese, un cocktail poco conosciuto e un ingrediente particolare come lo zenzero? Se ci pensate bene, e se conoscete anche in modo superficiale il mondo della birra dalle nostre parti, la risposta non è poi così difficile. La risposta giusta porta al “birraio dell’anno” in carica, e cioè a Schigi D’Amelio che, per tenersi un ricordo della sua estate 2014 ha partorito nelle scorse settimane un nuovo prodotto da aggiungere alla già vasta gamma di casa Extraomnes. Continua a leggere

Due storie varesine sull’ultimo numero di “Fermento Birra”

FermentoBMDa qualche anno la rivista “Fermento Birra Magazine” diretta da Nicola Utzeri è diventato un punto di riferimento cartaceo per gli amanti e appassionati di birra artigianale. Reportages, interviste, recensioni, ricette, rubriche (tra cui quella di Kuaska e quella in collaborazione con Slow Food) sono i punti forti del bimestrale edito dalla romana Publigiovane che nel suo ultimo numero (il 15 / maggio-giugno 2014 – nell’immagine accanto la copertina) porta alla ribalta anche due importanti realtà del Varesotto. Continua a leggere

“Scambiatemi per un birraio belga, mi farete felice”

Schigi1Preparare un’intervista sul proprio taccuino, da giornalista coscienzioso, può essere talvolta una premura inutile, perché l’incontro con il soggetto scelto può andare oltre il semplice botta e risposta e anzi, spaziare a 360° sull’argomento della conversazione. La birra, in questo caso, e la birra di Extraomnes in particolare, visto che l’interlocutore è nientemeno che il “Birraio dell’anno 2013”, Luigi “Schigi” D’Amelio (foto di Marco Corso). C’è lui dietro le 17 diverse specialità prodotte – alcune di continuo, altre stagionalmente, altre ancora in collaborazione – a Marnate, in una delle realtà più brillanti del panorama artigianale italiano, che pure ha tante perle sulla propria collana.
«E visto che dicono che il 17 porti male, abbiamo quasi pronta la diciottesima» ride di gusto Schigi, quando va a prendere una bottiglietta – rigorosamente da 33cl., unico formato in vetro di Extraomnes per scelta e filosofia di vita – della Bloed («vuol dire “sangue”, si pronuncia Blùd»), l’ultima nata, dal colore rosso intenso e dal profumo di ciliegia dato proprio dall’utilizzo di quel frutto durante la lavorazione. Continua a leggere