Birre di Natale “varesotte”: alcune conferme e due grandi novità

Arriva dicembre ed è giocoforza iniziare a parlare delle birre di Natale, prodotti diffusi da sempre nei paesi del Nord Europa ma in epoca di globalizzazione ormai in voga anche tra i produttori di casa nostra. Un modo per misurarsi con ricette diverse dal solito, particolari, spesso fantasiose, che consentono anche ai birrai di sbizzarrirsi e alle aziende di offrire un prodotto ad hoc per le festività (cosa che non guasta neppure dal punto di vista delle vendite in un momento chiave per i “pacchi regalo”).

I birrifici del Varesotto non fanno eccezione rispetto ai colleghi del resto d’Italia, e così anche da queste parti in molti hanno brassato una ricetta speciale, disponibile da questo momento in avanti. Diverse le conferme: dalla ricercatissima “Kerst” di Extraomnes (sia Reserva sia in versione Noble: anteprima il 4 dicembre al locale di Castellanza) alla solida “Rusca” del Birrificio Settimo, fino alla “Babbo Riserva” di A Tutto Malto. Segnaliamo volentieri anche la collaborazione tra il Birrificio Sociale di Malnate e Serra Storta che propongono la “Stella” venduta con le modalità e le finalità consuete della giovane beer firm malnatese. Continua a leggere

Andrea Rogora lascia The Wall: andrà all’Orso Verde

Finisce una piccola “era” in uno dei birrifici più vivaci del panorama varesotto. Dopo quasi cinque anni infatti, si separano le strade di “The Wall” e di Andrea Rogora, il primo birraio ingaggiato dall’azienda di Venegono Superiore.

Andrea – che è stato in diverse edizioni nella giuria del Concorso Malto Gradimento – viene da una solida esperienza da homebrewerha iniziato a collaborare con The Wall tra il 2013 e il 2014, architettando le prime birre, producendole “conto terzi” a Codogno da Brewfist e poi lavorando sull’impianto di Venegono dal momento della sua messa in operaContinua a leggere

Birrifici e “pub bandiera”, una vetrina importante. Ma non senza rischi

La necessità di avere un canale di vendita privilegiato, la possibilità di avere una vetrina speciale magari in una zona turistica o molto frequentata, l’occasione di unire la propria anima produttiva con quella commerciale. O ancora, l’antica formula del brewpub per i più piccoli. Sono molti i motivi che stanno spingendo i birrifici ad avere il proprio flagship pub, il “locale bandiera”, la birreria direttamente gestita o collegata all’unità produttiva.

The Wall Isola a Milano

Una tendenza sempre più forte sia a livello nazionale sia locale come dimostrano le aperture in serie dei birrifici della nostra provincia che negli ultimi due anni hanno moltiplicato la loro presenza “al dettaglio”.  Continua a leggere

L’Orso Verde sbarca a Varese con un pub in pieno centro

Cambierà presto, in meglio, il panorama distributivo della birra artigianale a Varese, inteso come città. Nel cuore del centro cittadino infatti, sta per arrivare L’Orso Verde, il longevo birrificio bustocco che a settembre ha aperto il suo primo pub a Milano (in zona Navigli: ne parlammo QUI) e che ora ha intenzione di replicare nella Città Giardino.

La voce ha iniziato a circolare nei giorni del Varese Beer Festival – dove l’Orso Verde era presente con il suo stand – ma ora la notizia è praticamente certa: il nuovo locale sarà situato in via San Martino, strada che collega il pieno centro pedonale (piazza Carducci) con la zona del Tribunale, a pochi passi quindi da quella zona della “movida” cittadina che ormai si sta ampliando a tutta l’area a traffico limitato che circonda corso Matteotti e la Basilica di San Vittore. Non a caso, a poche decine di metri da lì, si trova un punto di riferimento ormai consolidato per la birra artigianale, la Hops Beer House di Andrea Stronati e Patrizia Bragagnolo che ha appena compiuto tre anni. Continua a leggere

I birrifici del VBF Autunno: 8) Orso Verde

Il più storico dei birrifici della provincia di Varese, il primo a ottenere premi e riconoscimenti un po’ in tutta Italia: L’Orso Verde fondato da Cesare Gualdoni sta oggi vivendo un periodo di profondi rinnovamenti che non ne cambiano di certo la filosofia improntata alla realizzazione di birre di qualità.

Il birrificio di Busto Arsizio da un lato ha confermato la sua produzione storica, dall’altro ha messo in cantiere una serie di nuovi progetti brassicoli tra cui l’ultima nata, la Orsch, birra in stile tedesco che di fatto esordirà in un festival proprio con il VBF.  Continua a leggere

Varese, riapre Toby Jug; Busto, torna Beer at Bear

Weekend interessante per gli amanti del mondo della birra del Varesotto, non tanto – e non solo – per la seconda edizione di Chiarescure Festival a Milano (ci sono anche The Wall e Vetra), quanto per due appuntamenti previsti nelle città principali della provincia: Varese e Busto Arsizio.

QUI VARESE: TOBY JUG

Rinasce uno dei pub storici della Città Giardino, il Toby Jug di viale Borri 349 a Bizzozero. Il locale, chiuso da tempo, ha mantenuto il nome di un tempo ma è stato rilevato da Andrea Belloni e Sonia Sereno.  Continua a leggere

L’Orso Verde sbarca a Milano con una tap-room sui Navigli

Quattordici anni dopo la sua fondazione, anche il birrificio “L’Orso Verde” ha deciso di aprire un proprio locale, e di aprirlo lontano dalla sede – via Petrarca a Busto Arsizio – sbarcando così direttamente sull’affollato (sia per la domanda, sia per l’offerta) mercato milanese.

Lo ha reso noto mercoledì 5 settembre il birrificio condotto da Cesare Gualdoni, dando così seguito a una serie di novità che negli ultimi mesi hanno riguardato l’azienda bustocca, la prima – tra quelle della provincia di Varese – ad affermarsi a livello nazionale quando ancora la birra artigianale era affare per pionieri. Novità che, a quanto si vocifera dalle parti della “tana dell’Orso”, non finiscono qui.  Continua a leggere

Tra Busto e Gallarate è… derby alla birra

Scorre buona birra tra Busto Arsizio e Gallarate dove nel prossimo fine settimana, a distanza ravvicinata, sono in programma due appuntamenti di primissimo piano per il mondo brassicolo della nostra zona, legati tra l’altro a due marchi molto gettonati nel corso della prima edizione del Varese Beer Festival.

Ci sono infatti meno di dieci chilometri di strada tra via Petrarca a Busto Arsizio e via Verdi a Gallarate, le sedi dei due eventi che catalizzeranno l’attenzione degli appassionati varesotti e altomilanesi nelle prossime ore.

Continua a leggere

Benvenuta “Uncle Dog”, la “birra da spiaggia” dell’Orso Verde

Il birrificio “Orso Verde”, capostipite del movimento artigianale in provincia di Varese, negli ultimi mesi ha (finalmente) scelto di seguire una strada più vivace dal punto di vista della comunicazione delle proprie attività. Qualche novità interna ha permesso, tra l’altro, al mitico Cesare Gualdoni di dedicarsi maggiormente al suo ruolo di frontman dell’azienda di Busto Arsizio ma anche alla sala cottura che proprio in questi giorni ha prodotto una novità assoluta.

Da questa settimana è infatti disponibile in una manciata di locali la nuova “Uncle Dog”, una american wheat che sarà poi presentata ufficialmente sabato 9 giugno in occasione della festa “Beer at Bear” organizzata proprio nella sede dell’Orso Verde in via Petrarca 2, a Busto.  Continua a leggere

I protagonisti del VBF – 9) Orso Verde

Backdoor Bitter, Nubia, Wabi, Amaranta… alzi la mano chi non ha mai ordinato almeno una di queste birre prodotte nella sala cottura artigianale più storica dell’intera provincia di Varese, quella del celebre “Orso Verde” di Busto Arsizio.

La creatura nata dal coraggio e dalla bravura di Cesare Gualdoni (tra l’altro, due volte presidente di giuria del Concorso Malto Gradimento!) è stato il primo birrificio nostrano a imporsi a livello nazionale, una decina di anni or sono, e prosegue tutt’ora nella propria attività a suon di bottiglie apprezzate, valide e spesso esaurite in breve tempo grazie alla passione dei clienti.  Continua a leggere