L’autunno porterà con sé un nuovo Varese Beer Festival

L’edizione numero uno del Varese Beer Festival – quella che si è tenuta nello scorso maggio – ha ottenuto un riscontro notevole, grazie ai suoi dodici birrifici che hanno proposto il meglio della propria produzione e – naturalmente – grazie alle migliaia di persone che hanno raggiunto l’area feste della Schiranna per partecipare a una manifestazione che non aveva avuto precedenti di questo rilievo nella Città Giardino (parliamo naturalmente di rassegne dedicate alle birre artigianali).

Il successo di quella che doveva essere il “numero zero” del VBF ha quindi spinto gli organizzatori – in primis la cooperativa brianzola Mondovisione – a considerare l’idea di una seconda edizione all’interno dello stesso 2018Continua a leggere

Varese Beer Festival, un bell’esordio e un sogno realizzato

A poco più di ventiquattr’ore dalla chiusura dei battenti dell’area feste di via Vigevano, possiamo dare ai nostri lettori un primo giudizio – di parte e interessato, mica lo neghiamo – dell’edizione di esordio del Varese Beer Festival, evento al quale Malto Gradimento ha partecipato nelle vesti di “fiancheggiatore” degli organizzatori, e cioè della cooperativa Mondovisione.

E il giudizio, per quanto ci riguarda, è decisamente positivo: il VBF ha portato alle porte della Città Giardino migliaia di persone – oltre 3.000 quelli che hanno acquistato uno “starter pack” e quindi hanno bevuto, circa 4.000 i presenti totali (i numeri sono ufficiosi in attesa di dati ufficiali, ma non dovremmo discostarci troppo) – che sono venute a contatto con 12 produttori selezionati (e almeno 70 birre) per garantire un alto livello qualitativo. La nostra scelta era proprio quella di puntare forte sulla possibilità di fare cultura brassicola, permettendo però a un alto numero di persone (e non solo a chi è già appassionato) di vivere qualche momento a contatto con i produttori, gli specialisti, gli operatori del settore. Crediamo – è la nostra esperienza personale – che gran parte del pubblico del Varese Beer Festival sia tornata a casa con qualche nozione in più, con qualche curiosità soddisfatta, con una certa voglia di tornare a bere artigianale, e artigianale locale in particolare (i birrifici erano tutti lombardi e piemontesi).

Continua a leggere

I protagonisti del VBF – 5) 50&50

Stavolta giocano in casa, in tutto e per tutto: l’unico birrificio che ha sede nel territorio di Varese non poteva mancare alla prima edizione del festival cittadino – il VBF – dedicato alla birra artigianale.

Così, nel fine settimana tra il 18 e il 20 maggio prossimi, gli appassionati potranno degustare anche le specialità prodotte in Valle Olona da “50&50”, l’azienda condotta da Alberto Cataldo ed Elia Pina che opera da circa quattro anni e che sta vivendo mesi molto dinamici e altrettanto importanti.  Continua a leggere

“Cata sü” e “Porta a cà” disseteranno lo street food targato Varese

Il weekend del 6-8 aprile prossimi sarà quello in cui andrà in scena (a Varese, in piazza Repubblica) il primo appuntamento del 2018 marchiato “Urban Lake Street Food Festival”, un format nato e cresciuto proprio nella Città Giardino che tra primavera ed estate farà tappa in ben 14 località, sia nella zona (Gallarate, Busto, Ispra, Arona, Verbania…), sia nel resto d’Italia (Cesenatico, Modena, Fidenza per fare qualche esempio).

“Urban Lake” fa capo all’organizzazione della “baVarese Prost Fest” e vanta una serie di collaborazioni con soggetti ben radicati in città, come per esempio il Twiggy, che si occupa della parte musicale dei weekend dedicati allo street food. Ma se parliamo di ciò su Malto Gradimento, è perché anche la birra – e la birra prettamente varesina – farà la sua parte. Da quest’anno tutti gli appuntamenti del circuito gastronomico saranno infatti accompagnati da due novità che stanno per essere confezionate da “50&50”, il giovane birrificio condotto da Alberto Cataldo ed Elia Pina che ha sede nel quartiere di Valle Olona.  Continua a leggere

“50&50”: la novità “Alpaca” manda in pensione la ConfessionAle

Quando Elia Pina e Alberto Cataldo, le due anime del birrificio “50&50”, diedero vita alla loro creatura, scelsero la via della provocazione per i loro primi prodotti. Cominciarono – era la primavera del 2014 – con la “Italiano medio” (dove medio è il dito della mano…) e proseguirono con la “ConfessionAle”.

Quest’ultima però è ora andata in pensione, anche se trattandosi di una “bandiera” del birrificio della Valle Olona, una di quelle in produzione per tutto l’anno, sarà prontamente rimpiazzata da una novità appena confezionata. Continua a leggere

Siete pronti per un grande festival birrario a Varese?

Poteva Varese (inteso proprio come Varese-città) restare senza un grande festival della birra artigianale? Certo che no, e finalmente nel 2018 questa lacuna sarà colmata. L’appuntamento, ve lo diciamo già, è per un weekend di maggio, quando decollerà la prima edizione del Varese Beer Festival.

La manifestazione si terrà all’area feste della Schiranna, la stessa che ha ospitato tutte le edizioni di “Anche Io” (la festa di VareseNews) e quindi le prime cinque edizioni del Concorso Malto Gradimento. Una location che permetterà di allestire sia un’ampia area dedicata ai birrifici, sia una serie di eventi e attività collaterali, sia un servizio ristoro affidato a una cucina ampia e attrezzata.  Continua a leggere

Visintin: “Provo affetto per la birra artigianale. Per questo l’ho attaccata”

Qualche mese fa – era il 17 marzo – il mondo della birra artigianale italiana venne scosso da un articolo pungente di uno dei giornalisti italiani più noti nel mondo dell’enogastronomia, Valerio M. Visintin, il quotato critico milanese del Corriere della Sera.

Valerio M. Visintin (Corriere della Sera)

Nel pezzo (lo trovate QUI) Visintin attaccava in maniera piuttosto pesante il panorama nazionale a partire dal titolo: “L’era della birra al calzino (ma artigianale)”. All’interno, accanto a qualche passaggio incontrovertibile, non mancavano riferimenti ironici a Kuaska, a Teo Musso, ai tanti appassionati “nerd”. Diverse anche le frasi contestabili o addirittura piuttosto campate per aria; su tutte, a nostro avviso, i riferimenti all’uso delle materie prime straniere o all’adozioni di stili esteri da parte dei nostri birrai (che non possono certo essere una colpa) e via discorrendo.

Nei giorni scorsi Visintin – camuffato come di consueto dalla testa ai piedi, occhi compresi (è lo stile con cui si presenta in pubblico per evitare di essere riconosciuto, e quindi trattato con favore nei locali che recensisce e, spesso, stronca) – era ospite di Glocal, il festival di giornalismo digitale organizzato da VareseNews. Non potevamo farci scappare l’occasione, quindi, di tornare sull’argomento “birre artigianali” al termine dell’incontro che lo ha visto protagonista nella sede delle Ville Ponti di Varese.  Continua a leggere

Varese: un corso “intensivo” con Diego Bernori

I lettori di Malto Gradimento hanno già conosciuto la figura di Diego Bernori, veronese di origine e docente al celebre Doemens di Monaco di Baviera, la sua città d’adozione nella quale ha anche il privilegio di essere uno dei pochissimi stranieri ad avere un posto fisso ai tavoli della mitica birreria HB. (QUI l’articolo in cui ne abbiamo parlato)

Diego Bernori in una sua precedente visita a Varese

Bernori ha avviato da tempo una collaborazione “varesina”, quella con il negozio “Luppoli e Uva” di Masnago dei fratelli Adriano e Francesco Mangia, realtà piccola ma attenta e attiva nel piccolo mondo brassicolo cittadino, che propone per domenica 12 novembre un corso concentrato in un’unica giornata, il cui docente sarà proprio Diego.  Continua a leggere

Hops lancia la sfida: “Fotografate la vostra birra estiva”

È una iniziativa curiosa quella lanciata oggi – dalla sua pagina Facebook – da Hops Beer House, il locale del pieno centro di Varese (si trova alle spalle della basilica di San Vittore) che ha scelto di dare spazio alla birra artigianale con una proposta che non ha eguali in quella zona.

Hops chiede infatti ai suoi clienti di partecipare a una disfida fotografica intitolata “L’estate 2017 e la mia birra”, il cui regolamento è molto semplice.  Continua a leggere

Corsi per tutti i gusti all’Unibirra

LogoUnibirraIeri sera – lunedì 6 marzo – in concomitanza con l’avvio della Settimana della Birra Artigianale Italiana (QUI il calendario eventi del Varesotto) ha preso il via un nuovo corso per appassionati all’Unibirra di Calcinate del Pesce, quello di degustazione.

La proposta formativa del locale varesino – gestito dallo staff che lavorava insieme al mitico Franco Re – in questo periodo dell’anno è infatti davvero molto ricca: sono ben quattro i corsi in calendario, uno dei quali – quello specifico per i gestori di pub – già in fase avanzata.  Continua a leggere