Migliaia di presenze e birre in forma: è stato un gran Varese Beer Festival

Abbiamo lasciato trascorrere qualche ora dal “gong” finale, prima di tornare a parlare sul blog del Varese Beer Festival numero 3, il secondo di primavera, che abbiamo portato in scena (accanto agli amici di Mondovisione, i principali organizzatori) nell’area feste della Schiranna. Non era facile, visto il meteo perfido di questa fine maggio, ripetere l’esperienza di un anno fa quando l’esordio del VBF fu salutato da una tre giorni di sole e sereno spettacolare.

Invece, anche stavolta, il festival è stato un successo. Non lo diciamo noi, che siamo parte in causa, ma lo raccontano gli addetti ai lavori (dai birrai agli addetti alla cucina fino ai ragazzi che hanno animato il mercatino) e – crediamo – i partecipanti che hanno raggiunto Varese per trascorrere qualche ora nel mondo delle birre artigianali.  Continua a leggere

Vi aspettiamo alla Schiranna: il VBF è pronto al decollo!

Siamo pronti. L’avventura di questo terzo Varese Beer Festival, iniziata di fatto dodici mesi fa, al momento di chiudere i battenti della prima e riuscitissima edizione, e consolidatasi nelle prime settimane del 2019, è arrivata al momenti di aprire i cancelli al pubblico. E vale la pena scrivere quattro righe di presentazione, non tanto per parlare dei birrifici presenti o delle attività collaterali (lo abbiamo già fatto), quanto per ragionare sull’impatto che il VBF può avere per il movimento della birra artigianale in provincia di Varese.

Continua a leggere

“Kuaska on demand”: incontro pubblico da non perdere alla biblioteca di Varese

Domenica 5 maggio, alla biblioteca di Varese (ore 18), sarà ospite un personaggio che vale la pena andare ad ascoltare, almeno per un motivo: è considerato il “numero uno” nel suo campo in Italia e da molti anni è un punto di riferimento anche a livello internazionale. Il “suo campo” è naturalmente quello delle birre (usiamo subito il plurale, in fondo all’articolo ne capirete il motivo), lui arriva da Genova e si chiama Lorenzo Dabove, anche se tra malti e luppoli tutti lo chiamano “Kuaska”.

Lo potete trovare nei maggiori appuntamenti birrari d’Italia, spesso nel ruolo di presentatore o di presidente di giuria, lo vedrete salutare centinaia di persone, ascoltare chiunque gli chieda un consiglio, descrivere con linguaggio preciso ma accessibile a tutti le birre che si ritrova di volta in volta tra le mani.

Il fatto che sia così richiesto non è un caso: se da un lato in Italia ci sono stati i birrai-pionieri nel mondo dell’artigianale (ne citiamo due: il piemontese Teo Musso di Baladin e il lombardo Agostino Arioli del Birrificio Italiano), dall’altro c’è stata una voce – quella di “Kuaska” capace di supportare, affiancare e spingere questo movimento fin dagli albori. E, forte delle sue frequentazioni all’estero (in Belgio, innanzitutto, ma non solo), Lorenzo è divenuto un vero e proprio ambasciatore della birra artigianale tricolore.  Continua a leggere

Spring Beer Festival: quattro birrifici (più uno) protagonisti nel centro di Varese

Come vi avevamo preannunciato qualche tempo fa (in QUESTO articolo), a Varese e dintorni si vivono settimane vivaci riguardo alla birra artigianale. Uno dei motivi di questa frizzantezza è anche l’organizzazione di piccoli – ma assolutamente meritevoli – festival legati al mondo craft: nel prossimo fine settimana ne abbiamo già un paio di esempi.

In particolare, ci piace ricordare che proprio nel cuore della Città Giardino è già tutto apparecchiato per la prima edizione dello “Spring Beer Festival” di vicolo Canonichetta: la rassegna è organizzata dai due locali che hanno sede uno accanto all’altro, “Hops” (quello che ha portato la grande birra artigianale sotto l’ombra del Bernascone) e “La Piada di Strona”. Il festival si articola su due giornate (venerdì 12 dalle 17,30 alle 2 di notte; sabato 13 dalle 12 alle 2 di notte!) e ospiterà le spine di quattro birrifici più… uno.

“L’uno” in questione è il celebre Baladin di Piozzo (Cuneo), che non sarà presente con le birre che lo hanno reso famoso bensì con il nuovo Beermouth, un prodotto rilasciato pochi mesi fa, realizzato sullo stile del vermouth ma su base birraria. Ennesima invenzione di Teo Musso – uno dei padri del movimento artigianale italiano – e del suo gruppo di lavoro.

Eccoci invece alle birre: in ordine alfabetico troveremo il veneto “Birrone” (già salito ai massimi onori nazionali nel 2014, quando Simone Dal Cortivo venne votato “Birraio dell’anno”), il vigevanese “Il conte Gelo”, il vicentino “Lucky Brews” e quello a noi più vicino, “Vetra”, che ha sede a Caronno Pertusella. In tutto, per gli appassionati ma anche (e soprattutto?) i curiosi, ci saranno circa 20 birre a disposizione: un’offerta interessante anche per la varietà di stili proposti e per la qualità riconosciuta dei produttori presenti. Tra l’altro, sabato pomeriggio, ci sarà la possibilità di effettuare una degustazione guidata delle birre di “Lucky Brews”, che forse – dalle nostre parti – è il meno conosciuto tra i birrifici che partecipano allo Spring Beer Festival.

BIRRE VIVE A SARONNO

Se ci allontaniamo dal capoluogo, troviamo un’altra manifestazione interamente dedicata alla birra artigianale. Siamo a Saronno, negli spazi di Villa Gianetti, dove è in rampa di lancio la tre giorni – tra venerdì 12 e domenica 14 – la seconda edizione di “Birre Vive in Villa” con otto birrifici presenti. Ci saranno un paio di produttori del Varesotto (50&50, A Tutto Malto) e poi i lombardi “Il conte Gelo”, “Due Tocchi” e “Otus”, i piemontesi “Jeb”, “Diciottozerouno” e “Castagnero” oltre a una selezione di “Beerinba” che si occupa dell’organizzazione. QUI il programma più dettagliato.

Segui la pagina di MALTO GRADIMENTO su Facebook 
Segui il profilo di MALTO GRADIMENTO su Instagram

La biblioteca di Varese apre le sue porte alla birra in vista del VBF

C’è anche la birra di qualità, e ci siamo – in qualche modo anche noi – nel ricco e bel programma stilato dalla Biblioteca di Varese e presentato ieri – giovedì 28 marzo – a stampa e autorità.

Tre in tutto gli appuntamenti legati alla birra, due dei quali serviranno a “lanciare” l’edizione primaverile del “VBF – Varese Beer Festival” che, lo ricordiamo, è in programma alla Schiranna tra il 24 e il 26 maggio prossimi. E che dunque vivrà una gustosa doppia anteprima nell’esterno della biblioteca la quale ha sede – lo diciamo per chi non è di Varese e dintorni – si trova all’interno dei Giardini Estensi.

Continua a leggere

Orso, Bì, Hops: c’è fermento nei locali di Varese

Siamo alla vigilia di una piccola rivoluzione per quanto riguarda i locali varesini più legati al mondo della birra artigianale. In arrivo una nuova apertura, una variazione epocale e una festa che si preannuncia interessante.

IL GIORNO DELL’ORSO

Mercoledì 13 marzo è “il giorno dell’Orso”: in via San Martino, tra il Corso e il Tribunale, apre infatti la tap-room di Orso Verde, il birrificio di Busto Arsizio fondato da Cesare Gualdoni che nell’ultimo anno ha allargato il proprio raggio d’azione (su tanti aspetti) e che ha scelto la Città Giardino per aprire il secondo locale in gestione diretta dopo quello di MilanoContinua a leggere

Nell’ultimo weekend di maggio ritorna il Varese Beer Festival

Cari amici di Malto Gradimento, non prendete impegni per il fine settimana che andrà dal 24 al 26 di maggio: in quei giorni infatti tornerà – nell’area feste della Schiranna – il Varese Beer Festival nella sua versione primaverile.

Per la terza volta – la seconda a maggio – la Città Giardino ospiterà una grande kermesse dedicata alla birra artigianale, grazie all’organizzazione della Cooperativa Mondovisione (che ha curato anche le edizioni precedenti e che, tra l’altro, si occupa anche del Brianza Beer Festival) e alla collaborazione proprio con il nostro blog.

Continua a leggere

Una ventata di luppoli: ecco la “Hangman” di 50&50

“50&50” è un birrificio che per sua natura preferisce andare fuori dagli schemi. E così, in un periodo dell’anno in cui molte aziende anche nella nostra provincia stanno distribuendo la propria “natalizia”, in Valle Olona si sono dati da fare per rilasciare una birra non legata alle festività invernali.

È nata così la “Hangman”, termine che fa di nuovo riferimento a un film di Quentin Tarantino (The Hateful Eight) come era accaduto per la Django e nome che va a indicare una Double IPA che verrà prodotta con continuità dall’azienda varesina. Ma con una particolarità: le tipologie dei luppoli e il rapporto tra essi varieranno di cotta in cotta così da dare una birra sempre differente. Continua a leggere

Sala piena e applausi convinti per la nuova “Nerolatte”

Una sala piena, attenta e competente ha dato il benvenuto alla NeroLatte, la birra che è anche un po’ nostra visto che è nata in seguito alla sua vittoria nel Concorso Malto Gradimento 2018. Serata speciale quella vissuta martedì 11 dicembre all’Unibirra di Calcinate del Pesce, dove i soci (Samantha, Silvana e Stefano) e l’intero staff hanno voluto fare le cose in grande – con tanto di bancone dedicato – per lanciare la novità nata dalla ricetta dei “Birrai di Mezzo” e poi brassata e commercializzata da “The Wall”.  Continua a leggere

L’Orso Verde sbarca a Varese con un pub in pieno centro

Cambierà presto, in meglio, il panorama distributivo della birra artigianale a Varese, inteso come città. Nel cuore del centro cittadino infatti, sta per arrivare L’Orso Verde, il longevo birrificio bustocco che a settembre ha aperto il suo primo pub a Milano (in zona Navigli: ne parlammo QUI) e che ora ha intenzione di replicare nella Città Giardino.

La voce ha iniziato a circolare nei giorni del Varese Beer Festival – dove l’Orso Verde era presente con il suo stand – ma ora la notizia è praticamente certa: il nuovo locale sarà situato in via San Martino, strada che collega il pieno centro pedonale (piazza Carducci) con la zona del Tribunale, a pochi passi quindi da quella zona della “movida” cittadina che ormai si sta ampliando a tutta l’area a traffico limitato che circonda corso Matteotti e la Basilica di San Vittore. Non a caso, a poche decine di metri da lì, si trova un punto di riferimento ormai consolidato per la birra artigianale, la Hops Beer House di Andrea Stronati e Patrizia Bragagnolo che ha appena compiuto tre anni. Continua a leggere